4 agosto 2009 / 16:44 / tra 8 anni

Scuola, Gelmini annuncia 16.000 assunzioni da settembre

ROMA (Reuters) - Assunzioni e immissioni in ruolo in arrivo per il prossimo anno scolastico. E’ quanto ha promesso oggi il ministro dell‘Istruzione, dell‘Università e della Ricerca Mariastella Gelmini ai sindacati della scuola.

Il ministro, come si legge in una nota, ha confermato per il prossimo settembre l‘assunzione di 647 dirigenti scolastici, l‘immissione in ruolo di 8 mila docenti e l‘assunzione di 8 mila unità di personale Ata. Ma la cifra è giudicata insufficiente dalla Flc Cgil che, anzi, ha preannunciato possibili mobilitazioni in vista dell‘inizio dell‘anno scolastico.

“Il governo sta lavorando per garantire continuità didattica agli studenti - dice la nota del ministero -, assicurare la stabilità necessaria al personale della scuola e la continuità organizzativa a tutte le istituzioni scolastiche. L‘assunzione di oltre 8mila docenti e 8mila unità di personale Ata è una dimostrazione concreta di questo impegno”.

La Flc Cgil, ha replicato il segretario Domenico Pantaleo, ha fatto sapere di ritenere inadeguato “il numero di assunzioni a fronte delle disponibilità di posti vacanti”.

Anche sulla situazione dei precari l‘incontro non ha fornito, secondo il sindacato, un esito soddisfacente. “Purtroppo dobbiamo constatare che sugli interventi a favore dei precari siamo ancora alle comunicazioni verbali e ad ipotesi fumose . Al momento non è chiaro quali strumenti legislativi il governo intende utilizzare, come saranno definite le normative di accompagnamento ed i tempi che saranno necessari per la loro applicazione”.

In vista della riapertura delle scuole, poi, il segretario generale della Flc Cgil Pantaleo non ha escluso ulteriori mobilitazioni. “La Flc Cgil ha ribadito che metterà in campo tutte le iniziative di mobilitazione per costringere il Governo a fornire risposte concrete e rapide per tutti i precari della scuola”.

Più positivo, al termine dell‘incontro con il ministro, il giudizio di Massimo di Menna, segretario generale della Uil Scuola. “Il ministro Gelmini si è impegnato a individuare il numero delle persone, con incarico a tempo determinato, che a settembre rischiano concretamente di non avere più un lavoro”.

“Il ministro - ha detto di Menna - si è poi impegnato anche per un provvedimento legislativo che dovrà essere assunto a livello di governo, in un decreto di urgenza tra quelli già previsti, per il riconoscimento del servizio e per la priorità sulle supplenze. E a questo proposito, è stato fissato un incontro tecnico su questi temi e sulle questioni connesse all‘organico di fatto per il 25 agosto prossimo”.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below