30 luglio 2009 / 16:15 / 8 anni fa

Tv, verso rottura Rai-Sky, un favore a Mediaset, dice Zavoli

ROMA (Reuters) - Dopo la nascita della piattaforma satellitare Rai-Mediaset-Telecom Italia (TivuSat) si interrompono le trattative tra la tv di Stato [RAI.UL] e Sky sul rinnovo del contratto per la partecipazione di Rai alla piattaforma satellitare della televisione di Rupert Murdoch. Uno sviluppo che il presidente della commissione di Vigilanza sulla Rai definisce un favore a Mediaset, il gruppo televisivo controllato da Silvio Berlusconi.

“La trattativa è rotta”, ha detto il vicedirettore generale della Rai Giancarlo Leone in un‘audizione in commissione parlamentare di Vigilanza, dopo che lo stesso Leone ha questa mattina riferito al cda della Rai sulla conclusione improduttiva della trattativa.

Come ha spiegato lo stesso presidente della Rai Paolo Garimberti in audizione, il cda non ha per ora preso alcuna decisione definitiva sulla stessa trattativa e la discussione sulla relazione è ancora in corso. Il cda infatti è ripreso al termine dell‘audizione.

Sky ha proposto alla Rai 350 milioni per il rinnovo di contratto di 7 anni (50 milioni l‘anno) di RaiSat dicendosi indisponibile a trattare di pagare sui canali in chiaro, ha riferito Leone secondo il quale la Rai aveva invece chiesto 60 milioni l‘anno per RaiSat.

I canali Rai in chiaro saranno invece forniti ancora gratuitamente poiché così prevede la convenzione di servizio dello Stato con la televisione pubblica.

SULLO SFONDO IL CONFLITTO DI INTERESSI

Il dibattito in commissione di Vigilanza è stato piuttosto animato con numerosi interventi da parte delle opposizioni che hanno contestato la scelta di un‘alleanza con la concorrente Mediaset, controllata dalla famiglia del presidente del Consiglio, e Telecom Italia Media in TivuSat, preparando così di fatto la Rai a lasciare Sky.

In TivuSat la Rai ha il 48,25%, Mediaset il 48,25% e Telecom il 3,5%.

Nel corso del dibattito parlamentare è stato più volte sottolineato il conflitto di interessi nel quale si trova l‘attuale governo e le indicazioni che alla Rai sono state date dal sottosegretario alle Comunicazioni Paolo Romani.

Berlusconi si è lamentato più volte negli ultimi mesi degli attacchi subiti dai giornali britannici di proprietà di Murdoch per le sue frequentazioni di escort e minorenni.

Il presidente della Vigilanza Sergio Zavoli, in un intervento conclusivo molto duro, ha detto che quello della Rai in TivuSat è “un grande favore a Mediaset” e si è chiesto “dov’è la convenienza” per la Rai in questo affare che “rafforza il duopolio” e che ha definitivamente archiviato lo slogan “competere per distinguersi” sulla base del quale si era qualificata la politica Rai nei confronti di Mediaset in questi anni.

Anche i consiglieri di maggioranza, intervenendo, hanno riconosciuto che quella della Rai con Mediaset “è indubbiamente un‘alleanza commerciale”.

Nel corso dell‘audizione alcuni parlamentari hanno anche fatto presenti le difficoltà tecniche per gli utenti derivanti dalla presenza di un nuovo decoder per la piattaforma TivuSat. Su questo, rispondendo anche a Zavoli, il presidente Garimberti ha detto: “Il suo malessere è in parte anche il mio” ed ha confessato di privilegiare da qualche giorno la radio per non essere riuscito a districarsi fra i decoder che gli sono stati consegnati.

Numerosi parlamentari hanno sollevato dubbi sul fatto che l‘Autorità di garanzia per le comunicazioni e l‘Antitrust “potrebbero deliberare la nullità”, come ha detto Paolo Gentiloni, degli attuali accordi Rai-Mediaset.

Leone ha detto a proposito che le autorità sono state tenute al corrente dei progetti. Circa i costi per la Rai dell‘operazione (compresa l‘eventuale perdita degli introiti del contratto con Sky), Leone ha detto che RaiSat conta di raggiungere il “breakeven in 24 mesi”.

La scelta di TivuSat dovrebbe favorire la raccolta pubblicitaria della Rai e sarebbe stata sollecitata anche dalla concessionaria pubblicitaria Sipra, ha detto ancora Leone.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below