30 luglio 2009 / 09:52 / 8 anni fa

Greggio debole sotto 64 dollari, pesano scorte Usa, Cina

LONDRA (Reuters) - Il greggio resta sotto i 64 dollari al barile, dopo aver scambiato sotto 63 dollari negli scambi della mattinata, sulla scia dei dati Eia che ieri hanno mostrato una crescita inattesa delle scorte Usa. Pesano anche i timori per le prospettive di crescita dell‘economia cinese, dopo il brusco calo di ieri della borsa di Shanghai.

<p>Immagine d'archivio di un campione di greggio. REUTERS/Miraflores Palace/Handout (VENEZUELA)</p>

L‘Energy information administration (Eia) ieri ha indicato che a sorpresa le scorte di greggio del maggiore consumatore mondiale di energia sono aumentate di 5,1 milioni di barili a 347,8 milioni nella settimana, mentre il tasso di raffinazione è calato in maniera superiore alle attese.

“Il calo dei prezzi del greggio è largamente condizionato dall‘aumento delle scorte Usa”, commenta Tetsu Emori, fund manager di Astmax Co a Tokyo. E indica un possibile supporto per i prezzi della materia prima tra i 58 e i 60 dollari al barile.

I traders guardano anche alle misure che la Cina potrebbe adottare e che potrebbero incidere sulla crescita industriale e sulla domanda di greggio.

I listini cinesi hanno concluso la seduta di oggi in rialzo dell‘1,7%, recuperando rispetto al minimo da 5 mesi toccato la viglia, dopo che il governatore della banca centrale ha dichiarato che l‘attuale politica monetaria espansiva non verrà rivista a breve.

Ad aggiungere incertezze sul mercato anche la notizia che la U.S. Commodities Futures Trade Commission sta considerando l‘ipotesi di implementare regole per limitare le posizioni aperte sui futures su questa commodity, dopo che ampie oscillazioni di prezzo hanno suscitato i timori per la speculazione.

Alcuni traders temono però che se l‘autorità Usa imponesse limiti sulle posizioni in futures, gli investitori potrebbero decidere di allontanarsi dal Nymex.

Intorno alle 11,30 il futures Nymex a settembre guadagna 42 centesimi a 63,76 dollari il barile. L‘analoga scadenza sul Brent londinese guadagna 79 cents a 67,32 dollari.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below