21 luglio 2009 / 17:01 / tra 8 anni

Dl anticrisi, Fini: no a fiducia su emendamento governo in aula

ROMA (Reuters) - Il presidente della Camera Gianfranco Fini ha detto oggi che farebbe “sentire la sua voce” se il governo presentasse in aula un emendamento al decreto legge anticrisi, licenziato oggi da una commissione di Montecitorio, e vi ponesse la fiducia.

“Farei sentire la mia voce, e l‘ho già detto al governo, se la fiducia venisse posta su un maxiemendamento che contenesse parti ulteriori non trattate durante la discussione in commissione”, ha detto Fini ai giornalisti a Montecitorio.

Ma non avrebbe nulla da obiettare se la fiducia venisse messa sul testo uscito dalla commissione, dove il governo ha già apportato modifiche, perché in questo caso “non si potrebbe parlare di mortificazione del parlamento”.

Più in generale, parlando dell‘anno di legislatura del centrodestra, Fini ha detto di non avere visto gravi frizioni tra parlamento e governo e che alla fine ha prevalso “il senso di responsabilità”.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below