14 luglio 2009 / 07:48 / 8 anni fa

Borsa Milano in rialzo con banche e Fiat, volano Safilo e Aedes

MILANO (Reuters) - Piazza Affari archivia in buon rialzo una seduta interamente vissuta all‘insegna degli acquisti, ma senza euforia.

<p>Un trader al lavoro nella "arena" della New York Stock Exchange, la Borsa di Wall Street. REUTERS/Brendan McDermid</p>

C‘era grande attesa per la trimestrale di Goldman Sachs: la banca d‘affari ha superato le previsioni, ma Wall Street si è mossa cautamente, tenendo un po’ a freno le borse europee.

Un analista che segue il settore bancario dice che i mercati hanno accolto con freddezza i risultati di Goldman perché “da ieri avevano già corso parecchio”. In sostanza, spiega l‘analista, la trimestrale della banca Usa era già stata scontata; così, è scattato il classico meccanismo “buy on rumors, sell on news”.

In chiusura, l‘indice Ftse/Mib ha guadagnato l‘1,28%, l‘AllShare l‘1,13% e il Ftse/Mid Cap l‘1,44%. Volumi per un controvalore di circa 1,7 miliardi di euro.

* I risultati di Goldman hanno, comunque, favorito il comparto bancario europeo: lo stoxx è salito del 2,44%. A Milano, INTESA SANPAOLO è balzata del 4,45%. Bene anche UNICREDIT, +2,52%, BANCO POPOLARE, +3,94%, MEDIOBANCA, +3,91%, MONTEPASCHI, +3,33%, e MEDIOLANUM, +2,51%.

* Brillante l‘automotive: il paniere europeo ha messo a segno un progresso del 3,62%. FIAT è avanzata del 2,79%, tornando sopra quota 7 euro. Un dealer riferisce che “Icap ha alzato il rating a ‘buy’ da ‘sell’, dicendo di attendersi un incremento notevole delle vendite nel secondo trimestre”.

* Poco mossi i petroliferi. Piatta ENI (+0,06%), nella giornata l‘Autority dell‘energia ha definito “urgente” la separazione proprietaria della rete gas SNAM (-0,32%). Meglio TENARIS, +1,7%: la società - secondo una fonte della società - ha dovuto rimandare i 200 milioni di investimenti previsti per il 2009-2010 a causa della crisi. In un report in cui conferma il rating “sell”, Cassa Lombarda dice di attendersi un secondo trimestre debole per Tenaris ha un outlook negativo sull‘intero 2009.

* Utilities in ordine sparso. ENEL +0,08%: ieri S&P l‘ha rimossa dal creditwatch con outlook ‘negativo’. Tonica A2A: +0,86%. Debole TERNA: -0,84%. Fuori dal paniere principale, EDISON è arretrata dello 0,21%, nella giornata in cui ha firmato un accordo per allungare il gasdotto Itgi dalla Grecia alla Bulgaria. ENIA e IRIDE, che secondo indiscrezioni di stampa hanno avuto l‘ok dell‘Antitrust alla fusione, hanno guadagnato, rispettivamente, il 5,26% e il 4,83%.

* BUZZI UNICEM ha ceduto il 2,63%: Goldman ne ha tagliato il target price a 8,9 da 9,4 euro, confermando “sell”.

* MONDADORI è scesa dell‘1,05%: un trader riferisce che “Banca Imi ha tagliato il target price a 2,80 da 2,95 euro, confermando hold”.

* Brillanti gli assicurativi: lo stoxx europeo è avanzato dell‘1,75%. A Milano, FONDIARIA-SAI +1,89% e ALLEANZA ASSICURAZIONI +0,6%. GENERALI in rialzo dello 0,78%: all‘assemblea straordinaria che ha approvato la fusione per incorporazione di Alleanza e Toro nel Leone di Trieste, l‘AD Giovanni Perissinotto ha dichiarato che, secondo Tillinghast, il valore della quota di Intesa Vita pronta ad essere riacquistata dalla banca supera i 700 milioni.

* In rosso i titoli tradizionalmente difensivi: PARMALAT -1,24%, TELECOM -0,73% e IMPREGILO -0,84%.

* Fra le small e mid cap, SAFILO, a lungo in asta di volatilità, è balzata del 21,12%. In un‘intervista a Reuters, Nicolas Berggruen, presidente dell‘omonima holding, ha confermato l‘interesse per il gruppo di occhialeria e ha rivelato di aver inviato lettere di proposta di alleanza, ricevendo “una risposta non calda”. LUXOTTICA, concorrente di Safilo è salita del 2,49%. MARCOLIN, sospettata di mire su Safilo, ha guadagnato il 2%.

* Rally di AEDES: +22,67%. Isoldi Immobiliare, secondo quanto riferito da una portavoce, sta ancora lavorando per poter presentare la fidejussione da 70 milioni per l‘aumento di capitale della società immobiliare.

* Rush finale di ISAGRO: +11,7%: Il consiglio dei ministro dell‘Agricoltura Ue ha autorizzato l‘uso di un fungicida prodotto da Isagro su tutte le colture.

* EUTELIA è balzata del 6,90%: nella serata di ieri, il gruppo aveva annunciato la cessione della polacca Mobyland per 13 milioni.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below