July 14, 2009 / 7:48 AM / 9 years ago

Borsa Milano in rialzo con banche e Fiat, volano Safilo e Aedes

MILANO (Reuters) - Piazza Affari archivia in buon rialzo una seduta interamente vissuta all’insegna degli acquisti, ma senza euforia.

Un trader al lavoro nella "arena" della New York Stock Exchange, la Borsa di Wall Street. REUTERS/Brendan McDermid

C’era grande attesa per la trimestrale di Goldman Sachs: la banca d’affari ha superato le previsioni, ma Wall Street si è mossa cautamente, tenendo un po’ a freno le borse europee.

Un analista che segue il settore bancario dice che i mercati hanno accolto con freddezza i risultati di Goldman perché “da ieri avevano già corso parecchio”. In sostanza, spiega l’analista, la trimestrale della banca Usa era già stata scontata; così, è scattato il classico meccanismo “buy on rumors, sell on news”.

In chiusura, l’indice Ftse/Mib ha guadagnato l’1,28%, l’AllShare l’1,13% e il Ftse/Mid Cap l’1,44%. Volumi per un controvalore di circa 1,7 miliardi di euro.

* I risultati di Goldman hanno, comunque, favorito il comparto bancario europeo: lo stoxx è salito del 2,44%. A Milano, INTESA SANPAOLO è balzata del 4,45%. Bene anche UNICREDIT, +2,52%, BANCO POPOLARE, +3,94%, MEDIOBANCA, +3,91%, MONTEPASCHI, +3,33%, e MEDIOLANUM, +2,51%.

* Brillante l’automotive: il paniere europeo ha messo a segno un progresso del 3,62%. FIAT è avanzata del 2,79%, tornando sopra quota 7 euro. Un dealer riferisce che “Icap ha alzato il rating a ‘buy’ da ‘sell’, dicendo di attendersi un incremento notevole delle vendite nel secondo trimestre”.

* Poco mossi i petroliferi. Piatta ENI (+0,06%), nella giornata l’Autority dell’energia ha definito “urgente” la separazione proprietaria della rete gas SNAM (-0,32%). Meglio TENARIS, +1,7%: la società - secondo una fonte della società - ha dovuto rimandare i 200 milioni di investimenti previsti per il 2009-2010 a causa della crisi. In un report in cui conferma il rating “sell”, Cassa Lombarda dice di attendersi un secondo trimestre debole per Tenaris ha un outlook negativo sull’intero 2009.

* Utilities in ordine sparso. ENEL +0,08%: ieri S&P l’ha rimossa dal creditwatch con outlook ‘negativo’. Tonica A2A: +0,86%. Debole TERNA: -0,84%. Fuori dal paniere principale, EDISON è arretrata dello 0,21%, nella giornata in cui ha firmato un accordo per allungare il gasdotto Itgi dalla Grecia alla Bulgaria. ENIA e IRIDE, che secondo indiscrezioni di stampa hanno avuto l’ok dell’Antitrust alla fusione, hanno guadagnato, rispettivamente, il 5,26% e il 4,83%.

* BUZZI UNICEM ha ceduto il 2,63%: Goldman ne ha tagliato il target price a 8,9 da 9,4 euro, confermando “sell”.

* MONDADORI è scesa dell’1,05%: un trader riferisce che “Banca Imi ha tagliato il target price a 2,80 da 2,95 euro, confermando hold”.

* Brillanti gli assicurativi: lo stoxx europeo è avanzato dell’1,75%. A Milano, FONDIARIA-SAI +1,89% e ALLEANZA ASSICURAZIONI +0,6%. GENERALI in rialzo dello 0,78%: all’assemblea straordinaria che ha approvato la fusione per incorporazione di Alleanza e Toro nel Leone di Trieste, l’AD Giovanni Perissinotto ha dichiarato che, secondo Tillinghast, il valore della quota di Intesa Vita pronta ad essere riacquistata dalla banca supera i 700 milioni.

* In rosso i titoli tradizionalmente difensivi: PARMALAT -1,24%, TELECOM -0,73% e IMPREGILO -0,84%.

* Fra le small e mid cap, SAFILO, a lungo in asta di volatilità, è balzata del 21,12%. In un’intervista a Reuters, Nicolas Berggruen, presidente dell’omonima holding, ha confermato l’interesse per il gruppo di occhialeria e ha rivelato di aver inviato lettere di proposta di alleanza, ricevendo “una risposta non calda”. LUXOTTICA, concorrente di Safilo è salita del 2,49%. MARCOLIN, sospettata di mire su Safilo, ha guadagnato il 2%.

* Rally di AEDES: +22,67%. Isoldi Immobiliare, secondo quanto riferito da una portavoce, sta ancora lavorando per poter presentare la fidejussione da 70 milioni per l’aumento di capitale della società immobiliare.

* Rush finale di ISAGRO: +11,7%: Il consiglio dei ministro dell’Agricoltura Ue ha autorizzato l’uso di un fungicida prodotto da Isagro su tutte le colture.

* EUTELIA è balzata del 6,90%: nella serata di ieri, il gruppo aveva annunciato la cessione della polacca Mobyland per 13 milioni.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below