14 luglio 2009 / 06:50 / tra 8 anni

Clima, Ue: riforma crediti emissione non danneggerà Cina

PECHINO (Reuters) - Le proposte dell‘Unione Europea che vanno nella direzione di un inasprimento del meccanismo di compensazione delle emissioni di gas serra voluto dall‘Onu aiuteranno la Cina anziché danneggiarla.

<p>Fumi da un cementificio di Baokang, nella provincia dello Hubei, in Cina. REUTERS/Stringer</p>

Ne è convinto Jurgen Lefevere, policy coordinator dell‘Ue per i negoziati sul cambiamento climatico.

La Cina lamenta che, se le proposte europee che puntano ad eliminare la compensazione delle emissioni gas serra più inquinanti entrassero in vigore, ne verrebbe danneggiata.

Secondo Lefevere, invece, il nuovo sistema, che prevede un aumento dei crediti di emissione, porterà comunque benefici alla Cina.

“Il ruolo della Cina nel mercato globale delle emissioni verrà rafforzato”, ha detto a Reuters.

La Cina è uno dei paesi più attivi nel sistema, noto come “meccanismo di sviluppo pulito”, e genera il 60% delle compensazioni mondiali.

Il sistema permette ai paesi industrializzati di abbattere le emissioni di anidride carbonica compensandole con la realizzazione di progetti di energia pulita nei paesi in via di sviluppo.

Secondo l‘Ue, le regole andrebbero rese più severe.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below