6 luglio 2009 / 07:47 / 8 anni fa

Borse Asia Pacifico in calo su timori ripresa economica

MILANO (Reuters) - Le borse asiatiche hanno avuto un avvio di settimana incerto, mentre i timori per una ripresa economica imminente hanno appesantito i listini e le valute asiatiche, in vista dell‘avvio del summit del G8 questa settimana in Italia.

<p>Immagine d'archivio. REUTERS/China Daily (CHINA BUSINESS IMAGES OF THE DAY) CHINA OUT. NO COMMERCIAL OR EDITORIAL SALES IN CHINA</p>

Il Nikkei ha chiuso in ribasso dell‘1,38% a 9680,87, mentre l‘indice MSCI delle borse asiatiche intorno alle 9,00 cede l‘1,02 % a 319,74 punti.

L‘atmosfera di prudeza ha sostenuto dollara e Treasuries, considerati bene rifugio, mentre il greggio cede olre 1,2 dollari, poco al disopra del 65 dollari la barile.

I listini stanno ancora risentendo dei dati relativi alla disoccupazione Usa della scorsa settimana, peggiori delle attese, che hanno messo in dubbio l‘efficacia della ripresa economica negli Stati Uniti e nel resto del mondo.

A livello macro oggi gli occhi sono puntati sull‘indice Ism manifatturiero Usa, visto a 46,00 in giugno contro 44,00 di maggio.

Gli investitori restano anche in attesa del meeting del G8 che si terrà in Italia dall‘8 al 10 luglio. Alla riunione prenderanno parte anche i paesi emergenti la Cina che la scorsa settimana ha fatto inserire in agenda l‘idea una discussione sul ruolo del dollaro come unica valuta di riserava.

SHANGHAI avanza dell‘1,17% sostenuta dalla vasta liquidità sul mercato e dalla nuova Ipo di Sichuan Expressway. Bene anche i titoli legati alle materie prime come Baosteel che avanza di oltre l‘8%.

HONG KONG cede invece lo 0,75%, appesantita dal calo dei titoli petroliferi, sulla scia dei prezzi del greggio. Il gruppo di raffinazione Sinopec però avanza dell‘1,85% perchè riesce a vendere il greggio a prezzi calmierati da Pechino.

Bene le banche con Boc Hong Kong in rialzo del 4,35% sulla scia di un annuncio che la controllante Bank of China (Boc) da oggi consentirà scambi bilaterali con Hong Kong in yuan.

In denaro anche SEUL, che chiude in rialzo sostenuta da Samsung che ha annunciato buoni risultati per il trimestre.

TAIWAN è in lieve calo appesantita dai titoli tecnologici come Taiwan Semiconductor Manifaturing TSMC (-1,09%) in attesa dei risultati di periodo.

La borsa INDIANA cede oltre il 2% sui timori di un ulteriore aumento del deficit fiscale dopo che il ministro delle Finanze Pranab Mukherjee ha annunciato maggiori distribuzioni di immobili e proprietà rurali.

A SYDNEY, che chiude a -1,2%, giù banche e titoli legati alle commodities e alle estrazioni minerarie come Rio Tinto e BHP Billinton sulla scia del calo dei metalli e sui timori per la ripresa economica.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below