1 luglio 2009 / 11:02 / 8 anni fa

Ddl Sviluppo approvato dalla Camera, torna al Senato

ROMA (Reuters) - Come atteso, la Camera ha approvato il ddl Sviluppo che ora deve tornare al Senato.

<p>Claudio Scajola parla alla Conferenza ministeriale del Wto. REUTERS/Paul Yeung</p>

Il provvedimento, oggetto nelle scorse settimane dello scontro tra il ministero dello Sviluppo economico e quello dell‘Economia sulle coperture, contiene varie norme come quelle sul riavvio del nucleare, la nuova definizione della class action e l‘incremento di un punto dell‘addizionale Ires sulle imprese energetiche per finanziaria i fondi per l‘editoria.

Il ministro Claudio Scajola, in una nota, definisce il provvedimento “storico, che contiene riforme fondamentali per la modernizzazione del Paese e del sistema produttivo ed è un contributo importante al superamento della crisi e al riavvio della crescita“ e si augura che la quarta lettura del Senato ”sia molto celere, in modo da avere l’approvazione definitiva nel mese di luglio”.

Scajola, che presentò il provvedimento lo scorso anno, ha considerato sempre questo ddl come programmatico per le sue linee di politica industriale. Il percorso parlamentare è però finora stato accidentato e c’è chi ipotizza uno slittamento a dopo l‘estate del suo esame da parte di palazzo Madama.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below