13 giugno 2009 / 14:38 / tra 9 anni

G8, Geithner: ripresa non ancora avviata in economia globale

LECCE (Reuters) - Il segretario al Tesoro Usa, Timothy Geithner, crede che la ripresa non sia ancora ben avviata nell‘economia mondiale, ma sottolinea che si sono ridotti i rischi di un avvitamento della crisi finanziaria, di una caduta in deflazione e di una frenata ancora più brusca delle economie avanzate.

<p>Il segretario al Tesoro Usa Timothy Geithner. REUTERS/Jim Young</p>

Il numero uno del Tesoro Usa ritiene, di conseguenza, che sia troppo presto per abbandonare le politiche di stimolo per passare a misure di rigore.

Lo ha detto al termine del G8 finanziario che si è svolto a Lecce, presieduto dal ministro dell‘Economia italiano, Giulio Tremonti per preparare il summit de L‘Aquila.

“Non ritengo che l‘economia mondiale sia al punto in cui la ripresa è avviata” ha detto Geithner nella conferenza stampa finale.

“La crescita dovrebbe rimanere il fulcro delle politiche del G8 e del G20”, aveva sottolineato in precedenza in una dichiarazione emessa subito al termine del meeting.

Il ministro ha sostenuto che i governi devono continuare a rafforzare i progressi registrati dalla domanda globale e a porre le fondamenta di una “ripresa durevole”.

Geithner ha riferito che il G8 non ha avuto una discussione significativa sui livelli di debito e di deficit, mentre ha affermato che sta aumentando l‘appoggio per una maggiore cooperazione nel riformare la regolamentazione a livello internazionale.

“E’ troppo presto passare a politiche di rigore”, ha sostenuto il segretario al Tesoro Usa. “La ripresa economica e finanziaria, tuttavia, sarà più forte e più sostenibile se chiariamo oggi come ristabiliremo alla sostenibilità fiscale quando la tempesta sarà passata completamente”.

Per questa ragione, gli Stati Uniti si sono impegnati a ridurre il deficit pubblico velocemente verso un livello sostenibile, a partire del 2011.

Geithner ha sostenuto che l‘economia globale è in una fase di transizione dal momento che il tasso di contrazione delle principali economie avanzate si è ridotto, mentre la crescita sta accelerando in alcuni paesi emergenti, come la Cina.

“La forza della tempesta economica sta calando. Ci sono segnali incoraggianti”, ha detto ancora il segretario al Tesoro Usa.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below