11 giugno 2009 / 07:36 / 8 anni fa

Borsa Milano positiva, bene assicurativi, UniCredit, Eni e Fiat

MILANO (Reuters) - Piazza Affari archivia una seduta in rialzo, ondeggiando nel pomeriggio per effetto degli strappi e delle frenate di Wall Street, ma terminando sui massimi di giornata.

<p>L'arena della New York Mercantile Exchange. La foto &egrave; stata scattata ieri, 10 giugno. REUTERS/Shannon Stapleton</p>

Gli operatori segnalano l‘andamento particolarmente positivo delle società nelle quali la Libia si è detta pronta a investire.

In chiusura, l‘indice Ftse/Mib ha guadagnato l‘1,41%, il Ftse/All Share l‘1,42% e il Ftse/Mid Cap lo 0,85%. Scambi per un controvalore di circa 2,3 miliardi di euro.

* Il ministro libico per la Pianificazione e numero uno di Lia, il braccio attraverso il quale Tripoli investe, ha detto che la Libia, dopo UNICREDIT (+2,27%), sta valutando investimenti in ENEL, salita dell‘1,11%, TELECOM ITALIA, +1,92%, IMPREGILO, +1,65% (intraday ha migliorato il massimo dell‘anno, a 2,4875 euro) ed ENI (+2,23%). Quest‘ultima, nella giornata in cui ha lanciato un bond da 1 miliardo di euro, ha rinnovato il top dell‘anno a 18,36 euro.

* Dopo il via libera all‘operazione FIAT-Chrysler, ieri, e la conferma della salda leadership di Sergio Marchionne sull‘intero gruppo, il titolo del Lingotto è salito dell‘1,99%. Nell‘automotive, che ha visto lo stoxx europeo avanzare dell‘1,52%, PIRELLI è balzata del 3,17% e, fuori dal paniere principale, BREMBO del 3,15%.

* Le parole del presidente dell‘Isvap sui segnali positivi delle polizze Vita nel primo trimestre si sono tradotte in denaro sugli assicurativi: GENERALI +2,35%, FONDIARIA SAI +3,19% e ALLEANZA +2,03%.

* Bene gli energetici, che si sono mossi in scia di Eni: TENARIS +1,55%, SAIPEM +1,67% e, fuori dal paniere principale, SOCOTHERM +4,27%. MAIRE TECNIMONT brillante da diverse sedute ha guadagnato il 7,68%: il Ceo, Fabrizio Di Amato, ha detto ieri a Reuters che si attende di chiudere nel terzo trimestre un contratto da circa 250 milioni di euro, confermando l‘obiettivo di nuovi ordini 2009.

* BULGARI lascia sul terreno lo 0,83%: dal Reuters Global Luxury Summit svoltosi a Parigi e Londra, è emerso che il settore dovrà fronteggiare un paio d‘anni di sofferenze.

* Banche in ordine sparso, sebbene il paniere europeo abbia guadagnato il 2,05%. Detto di UniCredit, UBI è avanzata dell‘1,8% e BANCO POPOLARE dell‘1,73%, ma POP MILANO è arretrata dell‘1,04%.

* Fra le small-mid cap, progressi a due cifre per BIALETTI (+21,05%), UNI LAND (+24,24%), EUTELIA (+19,47%) e SAFILO (+14,29%), quest‘ultima impegnata nei negoziati con i fondi di private equity Pai Partners e Bain Capital, interessati a rilevarne una quota.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below