10 giugno 2009 / 08:12 / 9 anni fa

Greggio Usa sale sopra i 71 dlr/barile, prima volta in 7 mesi

LONDRA (Reuters) - Per la prima volta in sette mesi il greggio americano sale sopra i 71 dollari al barile, confidando nei segnali di una ripresa della domanda globale di petrolio.

Intorno alle 11,50 il derivato Usa in scadenza a luglio sale di 1,32 dollari a 71,33 dollari il barile dopo aver toccato un massimo di seduta a 71,65. In recupero anche il Brent londinese, che sale a 70,85 dollari al barile, segnando un aumento di 1,22 dollari.

“La diminuzione delle scorte di greggio segnalata dall‘American Petroleum Institute e la revisione al rialzo fatta dall‘Eia sulla domanda di petrolio nel 2009 ha incoraggiato le speranze in un inizio di miglioramento della richiesta di greggio”, ha commentato l‘analista di Vtb Capital Andrey Kryuchenkov.

“Inoltre i mercati stanno prezzando il fatto che, se la Opec mantenesse gli attuali livelli di produzione, le scorte globali di greggio dovrebbero scendere velocemente nel terzo e nel quarto trimestre dell‘anno”.

C’è attesa oggi per i dati dell‘Agenzia internazionale per l‘Energia. Se venissero confermate le cifre dell‘American Petroleum Institute sulla diminuzione delle scorte, il prezzo del greggio potrebbe intensificare la sua corsa.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below