10 giugno 2009 / 07:22 / tra 9 anni

G8, Geithner: a Lecce esame sforzi ripresa e stress test banche

WASHINGTON (Reuters) - Il segretario al Tesoro Usa Timothy Geithner ritiene che lo scopo principale dell‘incontro dei ministri delle Finanze del Gruppo degli Otto questo fine settimana sarà una valutazione degli sforzi volti a stimolare l‘economia e a stabilizzare i sistemi finanziari.

<p>Il segretario del Tesoro Usa Timothy Geithner. REUTERS/Yuri Gripas</p>

Durante un briefing Geithner ha affermato che gli sforzi per assicurare la ripresa sono “ancora dappertutto la preoccupazione dominante nelle scelte politiche”, a dispetto dei segnali che la crisi stia forse iniziando ad allentare la presa.

Parlando del G8 finanziario di Lecce, in agenda venerdì e sabato prossimi, Geithner ha detto che parlerà dell‘esperienza degli stress test Usa sui livelli di patrimonializzazione delle banche, senza peraltro giudicare gli standard delle valutazioni degli altri paesi sugli istituti finanziari.

“Quello che farò sarà soprattutto spiegare quello che abbiamo fatto qui. Mi aspetto che facciano altrettanto”, ha detto Geithner.

“Le valutazioni saranno in parte diverse perché loro hanno sistemi diversi, differenti vincoli e opportunità e quello che conta per tutti è: raggiungeranno obiettivi sufficienti? Questo è lo standard che va difeso e che credo richiederemo anche a loro”.

Il segretario Usa ha preannunciato che sottolineerà come i test condotti sui primi 19 istituti bancari statunitensi abbiano migliorato i livelli di trasparenza e chiarezza aumentando la fiducia nel sistema finanziario.

Anche per il ministro delle Finanze canadese, Jim Flaherty, i ministri del G8 finanziario continueranno a premere perché si portino avanti gli stress teste nei colloqui di Lecce.

Secondo Geithner i timidi segnali di stabilizzazione della congiuntura non hanno smorzato la spinta alle riforme delle regole tra i partner del G8.

L‘amministrazione Usa il prossimo 17 giugno dovrebbe presentare una proposta legislativa per un nuovo insieme di regole che evitino future crisi finanziarie.

“Una ragione per cui vogliamo fare in fretta è che non vogliamo perdere l‘incentivo alle riforme che viene ... dalla consapevolezza dell‘ampiezza dei danni derivanti da fallimenti elementari” del sistema attuale, ha chiarito Geithner.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below