9 giugno 2009 / 09:18 / 8 anni fa

Opel,premier Assia:no ragione di credere che deal Magna fallisca

<p>Per il governatore dell'Assia e membro del Cdu, Roland Koch, non c'&egrave; ragione di credere che l'accordo di Magna su Opel non si far&agrave;. REUTERS/Fabrizio Bensch (GERMANY TRANSPORT BUSINESS)</p>

FRANCOFORTE (Reuters) - Per il governatore dell‘Assia e membro del Cdu, Roland Koch, non c’è ragione di credere che l‘accordo di Magna su Opel non si farà.

In base al memorandum d‘intesa tra Magna e GM - ha precisato - nessun azionista potrà vendere le sue azioni senza il consenso degli altri soci.

Sberbank si riserva il diritto di trasferire potenzialmente la sua quota in Opel a Gaz.

Per quanto riguarda gli impianti russi, il governatore ha detto che non c’è ancora alcun accordo e che sono parte di negoziati in corso.

Secondo quanto riferito da Koch, inoltre, Magna ha intenzione di investire 500 milioni di euro in Opel in varie tranche entro il 2012. Una tranche da 100 mln sarà investita al momento della firma del contratto.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below