4 giugno 2009 / 07:01 / tra 9 anni

Borse Asia-Pacifico: indici pesanti con energia e metalli

MILANO (Reuters) - Le borse del Sud-est asiatico accusano perdite anche superiori ai due punti percentuali, dopo i deludenti dati macro Usa sul mercato del lavoro e sul settore dei servizi che hanno gettato delle ombre sui segnali di ripresa dell‘economia globale.

<p>Una trader alla borsa di Giacarta. REUTERS/Crack Palinggi (INDONESIA) BUSINESS ELECTIONS POLITICS)</p>

In calo anche i prezzi dei metalli, mentre il dollaro è in tenuta contro euro dopo il deciso rimbalzo della notte con gli investitori che scommettono meno sulle valute a maggior rendimento.

Ad appesantire le piazze asiatiche, i titoli dei metalli ed energetici dopo i massimi degli ultimi otto mesi toccati ieri. L‘indice MSCI delle borse dell‘area Asia-Pacifico, escluso il Giappone, intorno alle 8,30 cede il 2,67%.

A HONG KONG indice benchmark in calo di oltre il 2% appesantito soprattutto dai titoli energetici penalizzati dalla flessione del prezzo del greggio e dalla ripresa del dollaro.

Calo superiore al 2% anche per SEOUL, la peggiore perdita percentuale in una sola sessione da cinque settimane. I rinnovati timori sull‘economia hanno penalizzato soprattutto i titoli industriali. Male anche i bancari.

SIDNEY ritraccia dai massimi sette mesi sulla scia dei minerari. Nessuna borsa dell‘area riesce a conquistare il terreno positivo. La migliore è comunque SHANGHAI con una flessione inferiore all‘1%. Il maggiore produttore petrolifero asiatico, PetroChina, cede l‘1,6%.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below