31 maggio 2009 / 08:42 / 8 anni fa

Fiat/Opel, Epifani a stampa: premier assente, deve chiarimento

<p>Il leader della Cgil Guglielmo Epifani durante una manifestazione a Roma. REUTERS/Max Rossi</p>

ROMA (Reuters) - Il numero uno della Cgil Guglielmo Epifani rimprovera all‘esecutivo Berlusconi di essere stato “il più assente” nella trattativa per Opel, che ha visto la cordata russa-canadese di Magna prevalere su Fiat.

“Il governo italiano è stato, con tutta evidenza, quello più assente. E questo è un fatto molto grave soprattutto perché in questi processi di ristrutturazione, quello Chrysler prima e quello Gm poi, le scelte vengono compiute tenendo conto soprattutto di fattori di tipo politico”, spiega il leader sindacale in un‘intervista a Repubblica oggi.

Nel rispondere alla domanda se la vittoria di Magna sia stata favorita dal silenzio del presidente del Consiglio, amico del premier russo Vladimir Putin, Epifani replica: “Spero proprio di no. Non voglio crederlo. Ma prima o poi Berlusconi qualcosa dovrà pur dire su questa vicenda”.

Commentando il fallimento della trattativa con Fiat, il responsabile della Cgil rileva che “l‘esistenza di evidenti sovrapposizioni produttive tra i due gruppi era motivo di forti preoccupazioni tra i lavoratori”.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below