26 maggio 2009 / 07:42 / tra 9 anni

Borsa Milano segue WStreet e chiude su massimi seduta, bene Fiat

MILANO (Reuters) - La borsa di Milano va a chiudere sui massimi di seduta e mette a segno un rialzo che un trader definisce “inspiegabile, se si pensa alle vendite di stamattina”.

<p>Il logo della Fiat nell'impianto torinese dell'azienda. REUTERS/Alessandro Garofalo</p>

“Il vento è girato dopo i dati americani sulla fiducia, che però tutto sommato erano anche prevedibili”, dice un‘altra trader.

“E’ un mercato altamente speculativo che si muove sui derivati, anche con volumi sostenuti. I fondi sono scomparsi, se un titolo inizia a salire per semplice rimbalzo tutti gli vanno dietro: guardiamo UBI BANCA o BULGARI”, dice un terzo.

“I fondi sono sottopesati e aspettano che il mercato storni per ricominciare ad operare: ma gli indici non abbassano la testa e loro saranno obbligati a rientrare prima o poi, volenti o nolenti”, dice un quarto operatore.

Alle 17,30 l‘indice S&P/MIB chiude a +1,6%, il Mibtel l‘1,4% - mentre l‘AllStars è piatto. Il DJ Stoxx 600 europeo sale dello 0,8%. Volumi per oltre 4 miliardi di euro.

Oltreoceano il Dow Jones avanza del 2%, il Nasdaq del 2,8% trainato da Apple. Gli indici di Wall Street erano partiti negativi.

* Chiude ben comprata FIAT, che segue il comparto europeo. Eppure oggi Moody’s ha assegnato al settore outlook negativo a causa della crisi. “Mi aspetto che il titolo si muova molto nei prossimi giorni, quando finalmente si avrà un quadro chiaro dell‘esito in Germania”, dice un operatore.

* Migliorata ENI che arriva a guadagnare più del 3%. “Classico riposizionamento del portafoglio”, sminuisce la trader. Fiacca per contro SARAS: “il greggio oggi scende (...), anche la notizia dei tre operai (morti in un incidente sul lavoro) può aver attirato qualche pressione di vendita sul titolo ma mi sembra una cosa marginale”.

* Recupera TELECOM ITALIA, +2,2%, meglio dello Stoxx di settore, mentre gli editoriali come MEDIASET restano al palo.

* Passati in territorio positivo i bancari, che stamane erano partiti sott‘acqua. UNICREDIT guadagna l‘1,6%, INTESA SAN PAOLO lo 0,5%.

* ATLANTIA effervescente per l‘upgrade di Mediobanca, che ha portato il titolo a OUTPERFORM.

* Brillante anche DE LONGHI: “il caldo aiuta chi produce condizionatori, ma a spingere il titolo è soprattutto la notizia che il bid Saeco è saltato: non sarebbe stato salutare impegnare così tanta liquidità”, dice un trader.

* Vento in poppa, infine, per TISCALI. Oggi il patto sindacato ha vincolato l‘azionista di maggioranza relativa Renato Soru ad appprovare le decisioni del management in assemblea.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below