22 maggio 2009 / 15:16 / tra 9 anni

Opel, offerta Magna sembra in vantaggio su Fiat

BERLINO/MOSCA/TORINO (Reuters) - Dalle dichiarazioni che arrivano da Berlino sembra che il governo tedesco preferisca Magna a Fiat nella gara per aggiudicarsi Opel.

<p>Opel, offerta Magna sembra in vantaggio su Fiat. REUTERS/Johannes Eisele</p>

Il ministro dell‘Economia tedesco Karl-Theodor zu Guttenberg assicura tuttavia che una decisione verrà presa solo la prossima settimana e il ministro degli Esteri italiano Franco Frattini, liquida le notizie che vengono dalla Germania “schermaglie preliminari”.

Malgrado le notizie negative che sono giunte dalla Germania per tutta la giornata, fonti politiche italiane riferiscono che l‘ottimismo dell‘azienda torinese permane intatto.

“All‘interno del governo sta emergendo una chiara preferenza per l‘offerta di Magna”, ha detto una fonte dell‘esecutivo tedesco che oggi sul dossier Opel riunisce un gruppo di alti funzionari per discutere le tre offerte presentate da Magna, Fiat e RHJ International.

“Magna International ha portato l‘offerta più interessante per Opel e possono quindi iniziare i negoziati con il gruppo canadese”, ha detto il premier dell‘Assia, Land dove ha sede Opel. Roland Koch ha aggiunto che gli altri gruppi ritornerebbero in corsa se non fosse possibile chiudere un accordo con Magna.

Zu Guttenberg ha annunciato che una decisione sul futuro di Opel sarà presa la prossima settimana.

Il ministro dell‘Economia di Angela Merkel ha detto che sull‘offerta del gruppo di componentistica canadese restano aperti alcuni interrogativi e che gli altri gruppi che hanno avanzato un‘offerta restano in corsa.

Il premier del Land della Nord Reno Westfalia ha detto di non poter accogliere favorevolmente il piano Magna International per Opel, per l‘elevato numero dei tagli al personale. Juergen Ruettgers si aspetta che il piano attuale di Magna venga modificato sul fronte occupazione.

Secondo il premier del land Reno-Palatinato, Kurt Beck, il piano di Magna International prevede attualmente tagli per 10.000 posti di lavoro in Europa, inclusi 2.500 in Germania.

Sempre secondo Beck, l‘offerta di Fiat comporta invece 12.000 tagli in Europa e minori prospettive per Opel.

FIAT: 10.000 POSTI DI LAVORO IN MENO IN TUTTA EUROPA

Fiat, nel pomeriggio, ha diffuso un comunicato per smentire le voci riguardanti 18.000 esuberi in Germania, precisando che la riduzione degli organici, in caso di accordo con Opel, è stimata in meno di 10.000 unità in tutta Europa.

Secondo un report di Cheuvreux, se, come appare sempre più probabile, Magna si aggiudicherà il deal Opel, Fiat potrebbe trovare difficile sopravvivere senza un partner. Di conseguenza, Psa Peugeot-Citroen potrebbe trattare una fusione con la casa torinese da una posizione di forza.

Attorno alle 16,45 italiane, il titolo Fiat perdeva lo 0,64%, a 7,77 euro, dopo aver oscillato fra 7,92 e 7,6550 euro.

GM E AZIONISTA RUSSO AL 35%

Pure il co-amministratore delegato di Magna, Siegfried Wolf, ha parlato di segnali positivi giunti da General Motors riguardo al piano presentato dal consorzio austro-canadese-russo per Opel.

Wolf ha illustrato oggi il piano di Magna in base al quale i quattro stabilimenti Opel in Germania non verranno chiusi.

Wolf ha anticipato che il 35% di Opel resterà a Gm, un altro 35% andrà alla componente russa del consorzio, il 20% a Magna e il 10% ai dipendenti.

A proposito dei soci russi di Magna, Yelena Matveyeva, vice presidente della casa automobilistca Gaz, ha affermato che il gruppo russo non intende prendere una partecipazione in Opel, ma sarà soltanto un partner industriale. Di conseguenza, il 35% di Opel di pertinenza russa farà capo a Sberbank.

Wolf, proseguendo nella descrizione del piano, ha detto che la struttura azionaria di Opel sarà di lunga durata e non sono previste cessioni di quote.

Il manager di Magna ha aggiunto che il consorzio punta a chiedere al governo tedesco prestiti garantiti per 4-5 miliardi di euro, intendendo investire 500-700 milioni di mezzi propri.

Wolf si è detto certo che Opel sarà redditizia dopo due anni dal closing dell‘operazione.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below