21 maggio 2009 / 15:19 / tra 9 anni

Fiat-Gm Europa, Marchionne: capacità dovrebbe essere ridotta 20%

BERLINO (Reuters) - L‘AD di Fiat, Sergio Marchionne, dice che la capacità degli impianti di General Motors in Europa e di Fiat post integrazione dovrà essere ridotta del 20%, qualora l‘offerta del Lingotto andasse in porto.

In un‘intervista al Der Spiegel online il manager ha aggiunto che tutti e quattro gli stabilimenti tedeschi della Opel resteranno aperti, se l‘offerta della Fiat per rilevare Opel da GM dovesse avere successo.

“Dovremo ridurre la capacità di produzione nella nuova società congiunta fra Fiat e le controllate europee di GM del 20”, ha detto Marchionne. Tuttavia, il manager ha poi precisato che questo non vuol dire un calo dei lavoratori del 20%.

I tagli al personale da realizzare saranno suddivisi in tutta Europa. Marchionne ha poi sottolineato che la Fiat coprirà tutti i costi pensionistici di GM in Europa, pari a 4 miliardi di euro.

“La nuova società congiunta coprirà tutti gli obblighi pensionistici delle controllate europee di GM”, ha detto.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below