19 maggio 2009 / 14:56 / 9 anni fa

Fiat-Opel, Nord Reno-Scajola contro chiusura fabbriche

FRANCOFORTE (Reuters) - Il premier del land tedesco del Nord Reno-Vestfalia ha detto che qualsiasi investitore che voglia ottenere aiuti pubblici per l‘acquisizione di Opel da General Motors dovrà mantenere gli stabilimenti nel medio-lungo termine.

<p>Fiat-Opel, Nord Reno-Scajola contro chiusura fabbriche. REUTERS/Johannes Eisele</p>

Juergen Ruettgers, inoltre, si è detto maggiormente ottimista rispetto a qualche settimana fa riguardo a una soluzione positiva per Opel, che è nel mirino di Fiat.

A proposito dei negoziati con la casa tedesca controllata da Gm, Berthold Huber, responsabile del sindacato IG Metall, ha affermato di aver intrattenuto “colloqui aperti” con l‘Ad di Fiat, Sergio Marchionne, riferendo che il manager si è mostrato “aperto su temi che interessano” il sindacato, sebbene non abbia dissolto i timori sulle sovrapposizioni dei modelli.

Dal lato italiano, il ministro dello Sviluppo, Claudio Scajola, ha chiesto al Lingotto di mantenere attivi tutti gli stabilimenti e ha ribadito che un incontro con Fiat e i sindacati si terrà a conclusione delle trattative con Opel.

Sul tema delle possibili conseguenze sul fronte occupazionale della campagna acquisti di Fiat, la Uilm, braccio metalmeccanico della Uil, ha preannunciato lo sciopero degli straordinari a partire da giugno se il governo non convocherà a breve un tavolo di confronti con i sindacati.

Marchionne, secondo quanto scritto dall‘agenzia Bloomberg, avrebbe detto che l‘offerta per l‘acquisizione di Opel non sarà in contanti, precisando che la proposta d‘integrazione non è ancora stata sottoposta all‘esame del governo tedesco.

Oltre a Opel, Fiat è interessata a Saab, casa svedese controllata da Gm. Secondo quanto si legge in un documento inviato a un tribunale scandinavo, allo scopo di ottenere l‘estensione del periodo di protezione dai creditori, Saab ha selezionato tre soggetti con i quali proseguire le trattative finalizzate alla cessione.

I negoziati, spiega Saab, verranno portati avanti nell‘ultima parte del mese di maggio, al fine di selezionare il candidato.

A Piazza Affari, attorno alle 16,25 italiane, Fiat guadagna il 2,83%, a 7,80 euro, dopo aver segnato un massimo di 7,9450 euro.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below