15 maggio 2009 / 15:31 / tra 8 anni

Eni/Enel, ceduto controllo asset gas ex Yukos a Gazprom

<p>Un gasdotto. REUTERS/Gleb Garanich</p>

ROMA (Reuters) - Eni, Enel e il gigante russo dell‘energia Gazprom hanno raggiunto un accordo per la cessione dalle aziende italiane a quella russa di una quota del 51% di SeverEnergia, la società in cui sono stati parcheggiati gli asset ex Yukos acquistati dalle tre società all‘asta.

Lo si legge in una nota di Enel.

Dalla cessione, che valorizza il 100% della società 3 miliardi di dollari, Eni, che venderà il 30% del 60% che oggi ha in portafoglio, incasserà 900 milioni di dollari. Enel per il suo 20%, del 40% che detiene, porterà a casa 600 milioni.

Nella nota si dice anche che è stato deciso di avviare la produzione di gas entro il giugno del 2011 e di raggiungere entro due anni una produzione giornaliera di almeno i 150.000 barili equivalenti.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below