13 maggio 2009 / 09:26 / tra 9 anni

Greggio, derivati Usa poco sotto massimi dopo dati scorte Api

LONDRA (Reuters) - Viaggiano poco sotto il record degli ultimi sei mesi messo a segno ieri oltre i 60 dollari i contratti Usa sul greggio.

In attesa della nuova statistica settimanale Eia, il mercato beneficia dell‘inatteso decumulo delle scorte Usa evidenziato dalle statistiche Api di ieri.

A fronte dell‘incremento di 1,4 milioni di barili ipotizzato dagli analisti interpellati da Reuters, le riserve settimanali si sono ridotte di 3,1 milioni di barili secondo i dati dell‘American Petroleum Institute.

L‘assottigliarsi delle scorte statunitensi fa scommettere su una ripresa della domanda, mentre giova ai corsi del greggio anche la debolezza della valuta Usa che riflette il clima di generalizzata minore avversione al rischio.

Intorno alle 10,40 il futures Nymex a giugno guadagna 74 centesimi a 59,59 dollari il barile dopo un intervallo tra 59,24 e 59,90 dollari, mentre l‘analoga scadenza sul Brent sale di 68 centesimi a 58,62 dollari.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below