12 maggio 2009 / 17:42 / 9 anni fa

Global standard, Tremonti: lavori oltre G8 L'Aquila

di Giuseppe Fonte

ROMA (Reuters) - La definizione del Global standard, il nuovo codice di regole per disciplinare la finanza internazionale che l‘Italia, presidente del G8, avrebbe voluto annunciare in occasione del vertice di luglio a L‘Aquila, è un “lavoro complesso” che si protrarrà sino all‘autunno, presumibilmente fino alla prossima riunione del G20.

È quanto ha spiegato il ministro dell‘Economia, Giulio Tremonti, nel corso della conferenza stampa al termine della prima riunione della commissione di esperti insediata per la messa a punto delle nuove regole.

“Abbiamo iniziato una discussione in termini generali e di principio, abbiamo un po’ di materiale su cui dobbiamo riflettere in vista di un appuntamento a settembre da definire”, ha detto Tremonti in conferenza stampa a Villa Madama con un apparente riferimento alla terza riunione autunnale del G20 che di nuove regole dei mercati pure si occupa.

“I risultati li presenteremo al G8 a L‘Aquila e in parallelo nelle sedi appropriate. È iniziato un procedimento complesso, molto complesso. Bretton Wood nel 44 è avvenuto in modo diverso”, ha aggiunto.

A chi chiedeva se, in vista del G8 di luglio a L‘Aquila, contasse di presentare un primo risultato concreto, Tremonti ha risposto: “Non lo sappiamo ancora. Se c’è un‘idea deve essere buona, deve essere condivisa, deve essere un‘idea che riesce a rendere”.

Al vertice G20 di Londra del 2 aprile Silvio Berlusconi, presidente del Consiglio e del G8, aveva detto che al G20 era stato iniziato un lavoro sulle nuove regole della finanza che avrebbe trovato compimento alla riunione di luglio dei capi di Stato e di governo del Gruppo degli Otto.

“Re Mida chiede alla divinità un dono, le divinità gli regalano il dono di trasformare quel che tocca in oro e muore perché tocca anche il suo cibo, che non può mangiare. È un mito che si è ripetuto. Servono regole”, ha aggiunto Tremonti spiegando la filosofia che ha orientato i lavori della commissione.

“C’è un tempo, una data da cui parti, poi c’è una data in cui arrivi. Oggi è una delle tappe iniziali. È difficile dire quando, dove e come. La crisi è probabilmente superata nella sua fase apocalittica, e tuttavia la crisi continua. È la prima delle riunioni che facciamo, è stato anche complesso prepararla”, ha risposto Tremonti ai cronisti che insistevano per avere una tempistica più precisa.

Il ministro ha quindi spiegato che durante la riunione odierna si è parlato di principi generali e non di eventuali apparati sanzionatori per evitare che si ripetano crisi analoghe a quella attuale.

“Intanto abbiamo iniziato a discutere dei principi, delle regole. Poi si passa alle sanzioni”, ha detto Tremonti.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below