12 maggio 2009 / 12:11 / 9 anni fa

Eni investirà 1,5 mld dollari per sviluppo idrocarburi in Egitto

MILANO (Reuters) - L‘AD di Eni, Paolo Scaroni, e il Ministro del Petrolio egiziano, Amin Sameh Samir Fahmy, hanno firmato oggi, a Sharm El Sheik, un accordo di cooperazione che sancisce l‘apertura di nuovi ambiti di collaborazione tra le parti.

<p>L'AD di Eni, Paolo Scaroni. REUTERS/Daniele La Monaca (ITALY)</p>

Ne dà notizia un comunicato.

L‘accordo consentirà a Eni e al Ministero di ampliare e incrementare le collaborazioni finalizzate allo sviluppo degli idrocarburi nel Paese e di avviare iniziative congiunte nel campo della formazione.

Nel settore esplorazione e produzione petrolifera, l‘accordo prevede l‘estensione per 10 anni, fino alla fine del 2030, della concessione del giacimento giant di Belayim, nel Golfo di Suez, di cui Eni è operatore con la quota del 100%. Con l‘estensione di Belayim, Eni si impegna a spendere 1,5 mld di dollari in 5 anni in investimenti, costi operativi e interventi di ottimizzazione della produzione, con l‘obiettivo di sostenere i volumi di produzione nella regione e incrementare il fattore di recupero finale degli idrocarburi, sottolinea la nota.

L‘intesa si estende anche nell‘esplorazione e produzione di gas naturale e nella formazione per sviluppare risorse selezionate di alto profilo.

Eni e il ministero del petrolio valuteranno congiuntamente iniziative di sviluppo di idrocarburi in paesi terzi, sia nell‘upstream che nel downstream.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below