12 maggio 2009 / 06:26 / tra 9 anni

Influenza, turismo Messico rischia di perdere 4 miliardi dollari

CITTA’ DEL MESSICO (Reuters) - Il Messico potrebbe perdere fino a 4 miliardi di dollari in proventi dal turismo dopo le cancellazioni di viaggi da parte di turisti stranieri a causa dell‘epidemia della nuova influenza.

<p>Una agente dirige il traffico con la mascherina a Citt&agrave; del Messico. REUTERS/Daniel Aguilar</p>

Lo ha detto ieri il ministro del Turismo, Rodolfo Elizondo.

Il Messico è stato l‘epicentro di un‘epidemia che ha provocato la morte di almeno 60 persone, secondo i dati dell‘Organizzazione mondiale della sanità (Oms), e si è diffusa a decine di Paesi facendo crescere il timore di una pandemia.

Il turismo è uno dei principali generatori di reddito del Messico, assieme all‘export di petrolio e alle rimesse dei messicani che vivono all‘estero.

Nel 2008 circa 23 milioni di visitatori stranieri hanno speso in Messico 13 miliardi di dollari.

“Il mercato internazionale, se il virus si mantiene stabile e gli Stati Uniti tolgono il travel warning, potrebbe (riprendersi) entro dicembre”, ha detto ai giornalisti Elizondo.

Gli Usa hanno raccomandato di non compiere viaggi in Messico se non strettamente necessari.

Società di crociere come la Carnival hanno cancellato le tappe in diversi porti messicani, e molti Paesi latinoamericani hanno temporaneamente sospeso i voli da e per il Messico.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below