11 maggio 2009 / 06:33 / tra 8 anni

Borse Europa, indici accentuano calo con banche e greggio, WS

<p>Immagine d'archivio. REUTERS/Pawel Kopczynski (GERMANY BUSINESS)</p>

LONDRA (Reuters) - Proseguono in rosso gli indici delle borse europee, portandosi a ridosso dei minimi di seduta dopo lo scoraggiante debutto di Wall Street, mentre le vendite si concentrano sui settori finanziario ed energetico.

A deprimere il comparto dei bancari, il cui sottoindice accusa un -2,2%, sono principalmente prese di beneficio, insensibili ai risultati di HSBC che avrebbe chiuso i primi tre mesi dell‘anno con un utile lordo “ampiamente superiore” rispetto al primo trimestre 2008 grazie alla performance del ramo banca d‘investimento.

Il titolo del primo istituto di credito europeo arretra così di oltre 1%, mentre accusano un -8,2% COMMERZBANK, -5,5% CREDIT AGRICOLE -2,4% ROYAL BANK OF SCOTLAND e -2,1% BANCO SANTANDER.

Forti vendite anche sul comparto degli energetici, depresso dal vistoso rientro delle quotazioni del greggio rispetto ai record della settimana scorsa.

Cedono poco meno del 3% ROYAL DUTCH SHELL, 2,5% BG GROUP, 1,2% BP e 1,7% TOTAL.

Poco dopo le 16 l‘Ftseurofirst 300 cede 1,82%, sui minimi di seduta, mentre tra i singoli mercati perde 1,13% l‘Ftse 100 britannico, 2,47% il Cac 40 francese e 1,33% il Dax di Francoforte.

Tra i titoli in evidenza:

* Tiene relativamente tra i finanziari BARCLAYS, che limita i danni a un -0,6% dopo l‘annuncio di aver ricevuto nuove manifestazioni di interesse per l‘attività iShares

* Scivola di quasi 6% EDF dopo l‘annuncio della cessione del 20% di British Energy alla concorrente britannica CENTRICA (+5,7%) per 2,3 miliardi di sterline

* Ancora molto male TUI, in calo di oltre 13% dopo l‘annuncio di perdita peggiore delle previsioni nel primo trimestre.

* Brilla tra i farmaceutici ASTRAZENECA con un exploit vicino a 5%, che festeggia i risultati positivi emersi dalla sperimentazione clinica del farmaco per il cuore Brilinta.

Rimanendo nel settore vola la britannica OSMETECH, con un rialzo prossimo al 15% dopo la richiesta di via libera da parte della Federal Drug Association al test rapido per l‘influenza suina

* Sempre tra i titoli in positivo da segnalare il +4,8% di CLUB MED: secondo una fonte vicina al dossier, l‘amministratore delegato avrebbe chiesto un‘inchiesta sui commenti dell‘imprenditore Bernard Tapie, che ha ribadito ieri in un‘intervista interesse a una quota del gruppo

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below