6 maggio 2009 / 06:44 / tra 9 anni

Chrysler, giudice approva procedure 'veloci' per cessione asset

NEW YORK (Reuters) - Un giudice fallimentare americano ha dato il via libera alle procedure ‘rapide’ per la cessione di asset Chrysler.

<p>Il logo di Chrysler a Detroit. REUTERS/Rebecca Cook</p>

Il giudice ha anche approvato il pagamento a Fiat di 35 milioni di dollari come ‘rimborso’, nel caso in cui nel frattempo arrivino offerte più alte.

Il giudice Arthur Gonzalez sostiene che queste procedure accelerate siano ‘opportune e necessarie’, visto l’‘urgente bisogno di concludere l‘accordo’. Alcuni creditori, invece, ritengono che in questo modo si impediscano di fatto offerte alternative.

Il colosso dell‘auto, che lo scorso 30 aprile ha fatto domanda per la protezione dai creditori in base al Chapter 11, aveva chiesto autorizzazione per far confluire ‘velocemente’ la maggior parte dei propri asset in una nuova società che fa capo a Fiat, ai governi Usa e canadese e al sindacato UAW.

Secondo quanto riferito da Robert Manzo del Capstone Advisory Group, che segue Chrysler, la liquidità del gruppo è scesa a 260 milioni di dollari, da 1,34 miliardi degli ultimi tre mesi.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below