16 aprile 2009 / 08:42 / 9 anni fa

Chrysler, sindacati canadesi invitano Fiat al tavolo lunedì

TORONTO (Reuters) - Il sindacato dei lavoratori del settore automobilistico canadese ha annunciato che i negoziati in stallo con Chrysler riprenderanno lunedì e che l‘AD di Fiat Sergio Marchionne, figura cruciale secondo il sindacato, verrà invitato al tavolo.

Chrysler ha tempo fino alla fine del mese per definire l‘alleanza con Fiat per accedere agli aiuti dei governi Usa e canadese. La casa automobilistica italiana ha vincolato l‘accordo alle concessioni dei sindacati dei due paesi.

Ieri, in un‘intervista al quotidiano Globe and Mail, Marchionne ha dato solo il 50% di chance all‘accordo a causa della mancanza di progressi nelle trattative tra la casa di Detroit e i sindacati, che si oppongono a una riduzione dei costi del lavoro.

Il presidente del CAW (sindacato canadese) Ken Lewenza si è detto sorpreso per i commenti di Marchionne e ha preannunciato una ripresa delle trattative tra sindacato e Chrysler la prossima settimana, invitando Marchionne a unirsi al tavolo. “Torneremo a negoziare lunedì”, ha detto. “Posso dirvi che inviterò personalmente Sergio, se di fatto è l‘uomo che ora decide per Chrysler, ad ascoltare le trattative e le buone ragioni per investire in Canada”.

Lewenza ha spiegato che il costo del lavoro arriva al 7% del costo complessivo di un nuovo veicolo. “Nessuno può ragionevolmente pensare che il 7% di costo del lavoro sull‘intera produzione di un veicolo possa essere la discriminante per raggiungere o meno un accordo quando si parla di questioni per miliardi di dollari da risolvere negli Usa con i detentori di bond, con gli investitori privati e con Daimler”.

Rick LaPorte, sindacalista a capo della delegazione per le trattative con Chrysler in Canada, ritiene che l‘accordo tra Crhysler e Fiat sia ormai fatto ad eccezione dei contratti di lavoro. “Credo anche che il UAW (sindacato Usa) sia vicino a un accordo, per cui è interessante vedere cosa emergerà e spero che avvenga prima che noi riprendiamo le trattative”, ha aggiunto spiegando di non aver parlato personalmente con il sindacato Usa.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below