15 aprile 2009 / 15:28 / tra 9 anni

Fiat non chiederà proroga negoziati con Chrysler

ZURIGO (Reuters) - Fiat non chiederà una proroga della scadenza nei negoziati con Chrysler.

Lo ha detto l‘amministratore delegato del Lingotto, Sergio Marchionne, parlando a margine dell‘assemblea di Ubs, aggiungendo che la casa di Torino intende tuttora concludere un accordo con Chrysler.

“Io sono intenzionato a raggiungere una buona conclusione”, ha argomentato Marchionne, parlando di “un accordo strategico in Europa, Nord America... ovunque”.

Ma l‘obiettivo è concludere l‘intesa entro la scadenza del 30 aprile prossimo. “Non c’è una sola ragione perché Fiat non possa chiudere entro il 30 aprile”, ha affermato l‘AD.

D‘altro canto, se le trattative con Chrysler dovessero fallire, Fiat ha altre opzioni. “Se non va una parte, andiamo a sbattere da un‘altra”, ha sostenuto Marchionne. “In qualche maniera troviamo qualcosa. Ci sono parecchi piani B... Qualcosa faremo”.

Per quanto riguarda l‘andamento del business, il numero uno del Lingotto ha ribadito che “il primo trimestre è stato duro”.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below