14 aprile 2009 / 07:54 / 9 anni fa

Borsa Milano forte con banche, bene lusso, vola Mondadori

MILANO (Reuters) - Piazza Affari e le borse europee tornano piena di energia dalle vacanze pasquali, stranamente indifferenti al segno meno di Wall Street, che ieri invece è rimasta aperta, e a dati macro Usa inferiori alle attese.

<p>Borsa Milano sale in avvio con banche,Unicredit +5%,Seat sospesa. REUTERS/Kai Pfaffenbach</p>

Sono i titoli bancari a trainare i listini dopo i risultati trimestrali nettamente sopra le attese annunciati nella notte da Goldman Sachs.

Secondo un trader si tratta di “un rimbalzo generale guidato dalle banche dopo il trimestre di Goldman che francamente ha sorpreso un po’ tutti”.

A Milano l‘S&P/MIB chiude in rialzo del 2,34%, meglio del resto d‘Europa proprio per il peso delle banche; +1,6% per il Mibtel, +1,25% per l‘All Star. Volumi attorno a 2,7 miliardi.

* Vola MONDADORI, in rialzo dell‘11,9% a 2,7275 euro con volumi più che doppi rispetto alla media giornaliera. Positivi ma ben più tranquilli gli altri media italiani (+5% RCS, +2,8% l‘ESPRESSO, +2,5% MEDIASET), addirittura negativi in Europa (-1,34%).

Dalle sale operative nessuna spiegazione che non rimandi a ragionamenti puramente tecnici. “Con le capitalizzazioni attuali ci vuole molto poco a muovere un titolo”, commenta un trader. Secondo l‘analisi grafica di Banca Sella, il titolo ha superato la resistenza a 2,57 euro e questo avrebbe aperto lo spazio per un “veloce apprezzamento” verso area 2,75-80. Da inizio anno il bilancio del titolo è negativo ancora di oltre il 20%.

* Forte progresso anche per BULGARI (+8,3% a 3,82 euro), seguito a poca distanza da LUXOTTICA (+6%), che beneficia del “buy” di Deutsche Bank e del rinnovo della licenza con Donna Karan. Il settore europeo è in lieve calo.

Su Bulgari torna ancora utile l‘analisi tecnica, che individua a 3,6 euro una resistenza importante che oggi è stata superata, dando nuovo slancio al titolo. Nuovo target a 4,3 euro, secondo un analista.

* Brillano le banche, in Europa in progresso del 5%. MPS chiude a +6,2%, UNICREDIT +6%, seguiti a ruota dagli altri istituti. Bene anche gli assicurativi, con GENERALI +4% mentre in Europa girano voci di un‘Opa di Warren Buffett su Swiss Re.

* I pochi segni meno sul listino principale sono riservati a titoli a carattere difensivo come le utility, ATLANTIA, FINMECCANICA, PARMALAT. Tra questi A2A, che si prepara a revocare i membri bresciani del consiglio di sorveglianza, destinato quindi a decadere.

* Cede il 2,5% PIRELLI. Oggi la controllata PIRELLI RE (+6,4%) ha smentito indiscrezioni stampa che ipotizzavano la scissione e cessione dei fondi immobiliari del gruppo per sostenere l‘azionista di maggioranza nell‘aumento di capitale a favore della società immobiliare.

* Chiude in calo di quasi il 50% a 0,333 euro SEAT PAGINE GIALLE, rimasta a lungo in asta di volatilità. “Nei giorni dell‘aumento di capitale era evidentemente troppo cara”, commenta un operatore. I diritti di opzione per l‘aumento erano negoziabili fino all‘8 aprile.

* Pesante SADI (-10,4%) dopo che i revisori hanno dichiarato di non potersi esprimere sul bilancio 2008.

* Spunti al rialzo per DMT, DADA, EXPRIVIA.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below