2 aprile 2009 / 07:20 / tra 9 anni

Borsa Milano accelera con G20, Fiat +27%, volano banche

<p>Una trader di borsa. REUTERS/Toby Melville</p>

MILANO (Reuters) - Piazza Affari mette il turbo nel finale confortata, al pari delle altre borse mondiali, dalle prime risoluzioni del G20 su stimoli fiscali e regolamentazione finanziaria.

Il summit dei capi di stato dei primi 20 paesi fa passare in secondo piano anche la decisione a sorpresa della Bce di tagliare i tassi di “soli” 25 punti base, anche se si attende un nuovo taglio della stessa entità nella riunione di maggio.

Tra i singoli titoli, FIAT chiude a +27% guida la riscossa del settore auto nel mondo con lo stoxx europeo che segna +12%.

Il titolo beneficia dell‘accordo con l‘americana Chrysler e dei dati di ieri sulle immatricolazioni, secondo un trader.

Il Mibtel ha chiuso in rialzo del 4,35%, l‘S&P/MIB del 4,76%, l‘Allstars del 2,45%. Scambi per oltre 3 miliardi di controvalore, livello più alto del 2009. Era da ottobre 2008 che il controvalore non superava i 3 miliardi di euro.

* In vista delle risoluzioni del G20 sul sistema finanziario, le banche hanno messo a segno importanti rialzi. Tra le più quotate, BANCO POPOLARE (+12,80%) che di suo beneficia anche di un mutato sentiment del mercato dopo l‘annuncio della ristrutturazione di Italease e della pulizia di bilancio, commenta un trader.

Anche UNICREDIT e UBI BANCA tra le migliori. Stoxx europeo a +9%.

* Positivi anche i titoli ‘oil’ come ENI, SAIPEM o TENARIS sui rialzi del greggio.

* La scommessa di un inizio di ripresa di viaggi e consumi spinge alcuni titoli come AUTOGRILL o GEOX.

* Fuori dall‘S&P/MIB, brilla EDISON sull‘appeal speculativo riacceso dall‘ipotesi che TdE si aggiudichi il 10% in mano alla Carlo Tassara di Romain Zaleski. Con questa operazione, infatti, si prefigurerebbe l‘ipotesi di opa residuale visto che TdE ed Edf deterrebbero il 91% circa.

* MOLMED vola a due cifre dopo che i risultati dello studio in fase II della terapia TK007 sono stati pubblicati sul numero di aprile della rivista Lancet Oncology.

* La vitalità dell‘auto spinge anche titoli adiacenti al settore come PIAGGIO o BREMBO, quest‘ultima dopo l‘annuncio che è allo studio una fusione con Sgl nel settore dei freni di carbon-ceramica.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below