29 marzo 2009 / 16:19 / tra 9 anni

Auto Usa, Obama: non ancora abbastanza da Chrysler e Gm

WASHINGTON (Reuters) - In un‘intervista tv diffusa oggi il presidente Usa Barack Obama ha detto che i colossi automobilistici del Paese non hanno ancora fatto abbastanza per diventare “essenziali, efficienti e competitivi”.

<p>Auto Usa, Obama: non ancora abbastanza da Chrysler e Gm. REUTERS/Rebecca Cook</p>

Domani Obama dovrebbe annunciare ulteriori aiuti per General Motors e Chrysler, i due colossi dell‘auto americani in gravi difficoltà a causa della crisi e che hanno già ricevuto dallo Stato aiuti per 17,4 miliardi di dollari.

Obama, apparso in un‘intervista al programma della Cbs “Face the Nation”, non ha illustrato i dettagli di ciò che annuncerà domani, ma ha detto che le case automobilistiche devono ancora lavorare per ridurre i costi a fronte del calo della domanda.

“Stiamo cercando di fargli capire che vogliamo avere un settore dell‘auto che vada bene. Riteniamo di poter avere un mercato americano dell‘auto di successo. Ma dovrà essere davvero ripensato per uscire dalla crisi e per emergere molto più essenziale, efficiente e competitivo”, ha detto Obama.

“Questo significa una serie di sacrifici da parte di tutti gli attori coinvolti: manager, dipendenti, azionisti, creditori, fornitori. Tutti devono venire e sedersi attorno al tavolo dicendo quanto è importante prendere provvedimenti seri sulla via della ristrutturazione per mantenere un futuro roseo”, ha aggiunto, dicendo che non siamo ancora “a questo punto”.

Gm e Chrysler hanno ottenuto delle concessioni da parte del sindacato dei lavoratori del settore per far sì che il costo del lavoro sia in linea con quello delle case giapponesi che gestiscono aziende negli Usa.

Tuttavia non sono riuscite a raggiungere gli obiettivi fissati per le aziende nel piano approvato lo scorso dicembre dall‘amministrazione Usa entro martedì, la data entro la quale erano chiamate a dimostrare che gli obiettivi erano raggiungibili con gli aiuti del governo.

Assieme, Gm e Chrysler hanno chiesto altri 22 miliardi in aiuti al Tesoro Usa per far fronte alla crisi.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below