26 marzo 2009 / 15:39 / tra 9 anni

Borse Europa, indici in rosso su utility e dati macro negativi

MILANO (Reuters) - Wall Street non riesce a trascinare in territorio positivo le borse europee, che si mantengono deboli, con il calo dei titoli energetici e delle utility compensato soltanto in parte dal rialzo dei titoli auto e dai minerari.

Dopo cinque sedute consecutive di rialzo, i mercati tornano quindi in rosso sotto una raffica di dati che non incoraggia certo l‘ottimismo: sono sotto le attese le vendite al dettaglio inglesi. Il morale dei consumatori tedeschi è in forte ribasso e i consumatori francesi non se la passano molto meglio.

A questo si aggiunge da oltreoceano un nuovo aumento delle richieste di sussidi di disoccupazione, ormai a un drammatico record a 652.000, mentre le stime sul Pil americano del quarto trimestre sono state riviste leggermente al ribasso.

Intorno alle 15,25 l‘indice FTSEurofirst 300 è in lieve calo. L‘indice benchmark ha già perso l‘11% nel 2009, ma è risalito del 15% rispetto ai minimi record toccati la prima settimana di marzo.

Sono in calo rispettivamente dello 0,25% e dello 0,88% Londra e Parigi mentre Francoforte sale dello 0,14%.

Tra i titoli in evidenza:

* VOLKSWAGEN continua il trend positivo della mattina, salendo di oltre il 10% dopo che un accordo di rifinanziamento da 10 miliardi di euro per la controllante PORSCHE annunciato ieri ha aperto le speculazioni che quest‘ultima possa aumentare la propria partecipazione nel più grande costruttore di auto europeo.

* MAN GROUP sale del 5% sulla scia di un aggiornamento dell‘attività del più grande edge fund quotato al mondo.

* KINGFISHER perde il 3,6% circa, nonostante risultati 2008 in linea con le stime. Il principale retailer sui prodotti per la casa in Europa ha detto infatti di attendersi un anno particolarmente difficile.

* La società petrolifera quotata a Londra AFREN PLC balza di oltre il 14% dopo che le trivellazioni nel giacimento di Ebok, in Nigeria, hanno dato risultati ben al di sopra delle attese. In volo anche la CENTRAL AFRICAN MINING, che guadagna un +44,5%, per l‘intenzione di ripartire con le operazioni di estrazione del cobalto in Congo.

* Sempre sul fronte del petrolio anche la società francese BOURBON è in rialzo, portando a casa un +6,7% dopo risultati sopra le attese, un aumento del dividendo e dichiarazioni ottimiste sul 2009.

* CONERGY, specialista in celle solari, arretra del 15% segnando la peggiore performance tra le società tecnologiche tedesche sulla decisione di posticipare la pubblicazione dei risultati 2008, incrinando la già debole fiducia degli investitori.

* Il gruppo di abbigliamento svedese H&M lascia sul terreno quasi il 5% dopo un calo del 13% negli utili pretasse del primo trimestre.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below