26 marzo 2009 / 08:23 / tra 9 anni

Borsa Milano,volata finale con Wall St, bene Fiat, giù Mondadori

MILANO (Reuters) - Il tono positivo di Wall Street aiuta Piazza Affari ad accelerare in chiusura dopo una seduta per tre quarti molto incerta.

<p>Trader al lavoro. REUTERS/Mike Segar</p>

Acquisti in ordine sparso sull‘S&P/MIB che ricalcano quanto già avvenuto alla vigilia, pur con qualche illustre eccezione.

Il Mibtel ha chiuso in rialzo dell‘1,14%, l‘S&P/MIB dell‘1,35%. Allstars in rialzo dell‘1,16%. Volumi per circa 2 miliardi di euro.

* Tra i singoli titoli, FIAT (+6,25%) mette a segno un rialzo importante grazie a flussi di ricoperture.

Un‘operatrice cita anche la notizia, riferita da fonti sindacali, dell‘accorciamento di una settimana della cassa integrazione nello stabilimento di Mirafiori. “Segno che la domanda sta migliorando”, dice.

Lo stoxx del settore sale del 2,65%.

* Tra le banche allunga ancora BANCO POPOLARE (+8,49%), che prosegue la corsa degli ultimi giorni. Secondo un trader recupera “grazie alla sensazione che ormai abbia fatto pulizia nei conti”. Un altro parla di un processo di rivalutazione del titolo basato su elementi patrimoniali come il valore dell‘avviamento per sportello.

UNICREDIT (-2,74%) avrebbe sofferto invece di uno switch a favore di INTESA (+5,77%), “considerata più sicura perchè meno esposta a Est”, secondo un operatore. Lo Stoxx delle banche europee sale dell‘1,93%.

* Bene STM (+6,17%). “Sembra che il settore dei semiconduttori negli Usa stia andando meglio delle attese, che forse erano eccessivamente negative”, dice un dealer. Il titolo a New York sale circa dell‘8%.

* Forte SAIPEM (+6,03%) spinta dal contratto da 400 milioni annunciato oggi per le perforazioni marine. “E’ un buon contratto”, commenta in una nota Santander che copre il titolo con “neutral” e target a 15,1 euro. La capogruppo ENI si muove in linea con il settore europeo.

* Peggiora MONDADORI (-4,82%). I trader segnalano principalmente la “delusione per la mancata distribuzione del dividendo” e la prospettiva di un anno difficile.

Centrobanca ha tagliato il rating da “overvalued” a “neutral” con target price ridotto da 4,5 a 2,8 euro, Deutsche Bank, pur restando “buy”, ha tagliato il target a 3,7 da 4,6 euro. Tutto il settore media europeo è debole.

* SEAT chiude a +5,09% dopo che in seduta è più volte stata in asta di volatilità per eccesso di rialzo. Il gruppo ha oggi annunciato i dettagli sull‘aumento di capitale; il titolo era già molto forte sulla scia dell‘accordo siglato con Google.

* IRIDE positiva dopo che il cda ha confermato tutti gli elementi fondamentali del progetto di fusione con ENIA.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below