23 marzo 2009 / 11:52 / tra 9 anni

Acea, Cosentino: nessuna posizione governo su Suez

di Stefano Bernabei

ROMA (Reuters) - Il governo non ha alcuna posizione sulle strategie di Acea nei confronti dei francesi di Gaz de France Suez

E’ quanto dichiara a Reuters il sottosegretario all‘Economia Nicola Cosentino dopo che una sua risposta in Parlamento è stata interpretata dall‘opposizione come il desiderio che l‘amministrazione del Comune di Roma, primo azionista di Acea, si muova per un rafforzamento dell‘alleanza.

“L‘azionista di riferimento è il Comune di Roma, il governo non ha una posizione”, ha detto Cosentino, interpellato al telefono da Reuters. Acea è controllata dal Comune di Roma con il 51%, Suez Gdf ha il 9,9% e Francesco Gaetano Caltagirone ha il 7,5%.

“Nella risposta all‘interrogazione del deputato del Pd Marco Causi, ho solo ricordato alcune considerazioni fatte dal ministero dello Sviluppo economico e ho detto che la strategia industriale viene portata avanti dalle imprese. Non può essere diversamente, saranno gli azionisti di riferimento a scegliere i percorsi industriali”, ha precisato Cosentino.

Causi, ex assessore al bilancio del Comune di Roma nella precedente giunta di centrosinistra, aveva chiesto al governo “che impatti potrà avere il cambiamento di strategia industriale di Acea sull‘operazione Eni e sulla rete romana del gas, che fine farà la rete romana del gas, un asset rilevante che in questo momento è in mano alla società Gaz de France, e se le decisioni di Acea non possano avere effetti negativi sul piano economico finanziario di acquisizione di Distrigaz da parte di Eni”.

Il nuovo management di Acea, controllata dal Comune di Roma guidato dalla giunta di centro destra di Gianni Alemanno, ha bloccato nei giorni scorsi un progetto di intesa tra Acea e il socio francese portato avanti dall‘amministratore delegato Andrea Mangoni, il quale ha rassegnato per questo le dimissioni.

NODO CONCESSIONE E I RISCHI PER ENI

L‘accordo riguardava l‘apporto da parte dei francesi della rete gas di Roma all‘alleanza già in atto con Acea nell‘elettricità in cambio di un maggior peso nelle società di produzione partecipate in comune, come Tirreno Power.

Ora è in corso un tentativo di mediazione condotto da Mediobanca per verificare se ci siano spazi per un accordo o se i francesi debbano tenere fuori la rete gas dall‘alleanza. In tal caso, secondo Causi, ci potrebbe essere il rischio che questo asset, da 1,1 miliardi -- per la cui gestione deve anche essere rinnovata la concessione da parte del Comune -- ritorni all‘Eni che dovrà trovare un altro modo di pagare Distrigaz ai francesi.

Nella risposta all‘interpellanza Cosentino ha scritto che le vicende ricordate rientrano “nell‘ambito delle normali attribuzioni degli organi sociali delle società coinvolte” ma ha anche citato le considerazioni del ministero dello Sviluppo secondo il quale “la jv tra Acea e Suez-Gaz de France è un‘opportunità di cooperazione industriale....pur rientrando la decisione finale nelle valutazioni...di pertinenza delle imprese interessate”. La decisione, secondo il ministero dello Sviluppo è di rilievo anche perché “la concessione dovrà essere a breve messa a gara dallo stesso comune”.

Cosentino però minimizza la portata delle valutazioni del ministero dello Sviluppo.

“C‘erano [nella risposta all‘interpellanza] alcune considerazioni fatte dal ministero dello sviluppo circa l‘alleanza con Gaz de France Suez, ma non era la posizione del governo. Il governo per il mio tramite ha esplicitamente detto che il percorso e le strategie industriali spettano agli azionisti di riferimento”.

Il cda di Acea si riunisce il 27 di questo mese per approvare i conti 2008 e probabilmente per cooptare il nuovo amministratore delegato Marco Staderini. Per fine aprile è prevista l‘assemblea di bilancio e tra le due date, secondo fonti vicine al dossier, Mediobanca dovrebbe dare al Comune di Roma e Caltagirone e al socio francese una proposta di accordo.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below