20 marzo 2009 / 16:23 / tra 9 anni

Immobili, Nomisma: calo compravendite e prezzi in 2008 e 2009

MILANO (Reuters) - Nel 2008 le compravendite di immobili sono decisamente scese e, per la prima volta da almeno dieci anni, anche i prezzi sono diminuiti. Nel 2009 assisteremo ancora a una forte, seppur più contenuta, flessione delle transazioni e a un deciso ribasso dei prezzi.

E’ questo il quadro rappresentato da Nomisma nel suo primo rapporto dell‘anno sul mercato immobiliare.

Nel 2008 le compravendite si sono ridotte del 15,1% per le case, del -15,5% per gli uffici, del -11,7% per il commerciale e del -8,7% per gli immobili produttivi.

I prezzi sono calati del 2,2% per le abitazioni nuove, del 2,4% per quelle usate, meno 1,5% per gli uffici, meno 2% per i negozi, e meno 1,9% per i capannoni, mentre i box auto e garage sono gli unici a far segnare lievi variazioni positive (+0,9%).

Per il 2009 la previsione di Nomisma è di un‘ulteriore riduzione del numero di transazioni di abitazioni che potrà attestarsi nell‘ordine di un 8-10%, con una flessione dei valori immobiliari stimabile nel 7-8% per ritornare ad una sostanziale stabilità nominale nel 2010.

Il calo delle abitazioni compravendute, sottolinea lo studio, si registra dal 2006, anno record con 845.000 transazioni, fino a tornare con il 2008 “ai livelli di inizio anni 2000”.

“Il calo delle compravendite è prevalentemente riconducibile alla componente finanziata con mutuo”, dice il centro sudi. La quota di acquirenti persone fisiche che non ricorrono al mutuo per acquistare l‘abitazione è cresciuta dal 50,6% del 2007 al 57,3% del 2008, con una riduzione in termini di ipoteche iscritte del -26,8%, mentre il capitale erogato è calato del -27,5%.

“E’ probabile che l‘andamento del mercato attuale sia influenzato in modo consistente, più che dai tassi di interesse sui mutui, dal livello fiduciario e dalle connesse aspettative recessive che finiscono per limitare la domanda per motivi precauzionali. L‘allentamento della stretta creditizia potrebbe dunque fornire la liquidità suppletiva per riavviare l‘interesse nei confronti dell‘investimento immobiliare”, commenta Nomisma.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below