13 marzo 2009 / 09:24 / tra 9 anni

Fiat in forte rialzo dopo indiscrezioni su Peugeot

MILANO (Reuters) - Fiat in forte rialzo dopo indiscrezioni stampa su un‘ipotesi di fusione con Peugeot allo studio.

<p>Una modella con il marchio Fiat sul braccio al Salone dell'Auto di Ginevra. REUTERS/Denis Balibouse (SWITZERLAND)</p>

La smentita del gruppo, che ha precisato che nessuna operazione di fusione sta per essere sottoposta al Cda, non ha nella sostanza cambiato l‘intonazione del titolo, per il quale i trader parlano comunque ancora di rimbalzo.

“E’ un rimbalzo, certamente sostenuto dalle indiscrezioni su Peugeot”, dice un operatore.

Alle 10 il titolo sale del 4,7% a 4,53 euro, un po’ sotto i massimi di giornata, dopo aver toccato un minimo record, il 24 febbraio, a 3,3175 euro; a inizio 2008 valeva 18 euro; nella norma i volumi. Lo Stoxx delle auto europee sale dello 0,8%, l‘indice milanese S&P/MIB guadagna oltre il 2%.

A Parigi, Peugeot sale dell‘1,8%.

Oggi sono usciti anche i dati sulle immatricolazioni di febbraio in Europa, che vedono per Fiat un calo del 16,5% contro il -18,3% del mercato.

Il Sole 24 Ore ha scritto oggi che un piano di fusione con Psa Peugeot Citroen sarebbe già stato abbozzato con l‘assistenza di Mediobanca e che Marchionne starebbe valutando se e quando presentarlo in consiglio. Secondo il quotidiano, il presupposto dell‘accordo sarebbe quello di mantenere inalterata la struttura produttiva in Italia per non intaccare i livelli occupazionali. Il costo della fusione sarebbe sulle spalle dei francesi che in cambio prenderebbero il quartier generale a Parigi restando però sotto la guida operativa di Marchionne.

Fiat ha risposto in una nota che non sta per sottoporre al Cda alcuna operazione di fusione e che è peraltro “noto che la società esamina (...) ogni opportunità delle più varie forme di accordi per ottenere sinergie produttive ed accedere a nuovi mercati”.

Commentando le indiscrezioni, Cassa Lombarda scrive in una nota che “questa voce di fusione gira da tempo” ma secondo la banca “i costi sociali sarebbero troppo alti per essere accettati dalle autorità locali”. “Ci sembra davvero più realistico che Fiat e PSA stiano lavorando a una alleanza per condividere nuovi modellli e motori nei mercati maturi o più probabilmente in quelli emergenti”.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below