12 marzo 2009 / 08:44 / 9 anni fa

Borsa Milano prosegue negativa con banche, corrono Telecom, Enel

MILANO (Reuters) - Esaurita la spinta delle ultime sedute, Piazza Affari continua a scendere con realizzi sulle banche, sulle assicurazioni, sui media e su FIAT. Quest‘ultima cede il 3% circa, poco più del comparto auto europeo.

<p>Un trader al lavoro REUTERS/Lucas Jackson</p>

Intorno alle 13 i futures sulla borsa americana sono orientati al ribasso, coi contratti su Nasdaq e Dow Jones che cedono l‘1%. Al di qua dell‘oceano S&P/MIB a -1,2%, Mibtel -1% e ALLSTAR a -0,6%. Scambi per 800 milioni di euro.

“I volumi sono bassi, in particolare sul cash”, fa notare un trader, “qualcosa in più si vede sui derivati”.

“Gli scambi sono ancora sottili, in questi giorni lavoriamo molto nelle ultime tre ore, con Wall Street che apre ‘prima’ del solito”, dice un altro.

* In un fiacco comparto tlc europeo (Stoxx a -0,3%) brilla ancora TELECOM ITALIA (+5%) spinta dal “buy” di Bofa-Merrill Lynch.

“L‘upgrade ha fatto il suo gioco, con il mercato a questi livelli basta poco per muovere i titoli”, sminuisce un operatore. “La notizia dell‘eurobond allo studio può aver dato ulteriore visibilità”, aggiunge un secondo.

Una trader, infine, ricorda alcune dichiarazioni del sottosegretario allo sviluppo economico, Paolo Romani, e il “forte interesse nazionale a puntare su un solo network, quello di Telecom”.

* Sempre vento in poppa per ENEL, +4,5% con un comparto europeo oil&gas a -1,7%.

“Un aumento di capitale così era tutto sommato prevedibile, e la Cassa depositi e prestiti sottoscriverà la sua parte”, dice una operatrice. “Inoltre i risultati e il piano non hanno deluso, il dividendo 2008 è stato confermato”. Un altro sottolinea la portata delle dismissioni fino a 10 miliardi, “anche tese a garantire i prossimi dividendi”.

* Ritracciano le big bancarie UNICREDIT e INTESA SAN PAOLO, in linea con lo Stoxx europeo del comparto che cede più del 4,5%.

Nel settore si appesantisce MPS, nonostante l‘upgrade a “hold” di Deutsche Bank, mentre BANCO POPOLARE gira in negativo dopo i guadagni di ieri.

* Estende le perdite BULGARI, e gli operatori concordano: “(ieri ha diffuso) risultati disastrosi”, dice un trader senza dare appello. “Peggiori delle attese sia i risultati sia l‘outlook”, fa eco un‘altra. Per Citigroup l‘Ebit è “ben al di sotto delle stime”, per Credit Suisse anche l‘utile netto è “nella parte bassa del range”.

* In calo del 3,5% ATLANTIA. “Pesano ancora i timori di un taglio del dividendo, nonostante le rassicurazioni che l‘AD (Giovanni Castellucci) ha voluto dare al mercato (escludendo ogni ipotesi di riduzione del pay out)”, dice un trader.

In una nota, Equita dice che le indicazioni fornite da Castellucci sono “in linea con le attese per la performance operativa ma inferiori come dividend policy 2008”.

* Prosegue il calo FINMECCANICA (-4,6%), ancora appesantita dai conti 2008 e dalla revisione peggiorativa della guidance 2009. Sul titolo Credit Suisse ha tagliato il target price a 15 euro.

* Toniche A2A e TERNA, in un movimento di rimbalzo che non vede partecipi le pari europee (Stoxx di settore a -0,8%).

I due titoli “avevano sofferto nelle ultime sedute - anche perchè, nel tentativo di ridurre il sottopeso sulle banche, alcuni fondi avevano drenato risorse dalle utility”, spiega un gestore.

* Accelera AUTOGRILL, in attesa dei dati. “Nel dubbio che non emergano ulteriori elementi negativi oggi qualcuno ha deciso di ricoprirsi”, commenta un trader.

* Da segnalare, anche oggi, le vendite su PERMASTEELISA, -12% al nuovo minimo dell‘anno e con volumi già pari a tre volte la media giornaliera dell‘ultimo mese.

“Su alcune small cap i gestori, soprattutto esteri, quando decidono di alleggerirsi lo fanno e non danno tregua”, accenna il gestore. “Gli azionisti delle small cap per un po’ di tempo aspettano, ma quando i titoli arrivano a certi punti si stufano e vendono”, ipotizza un altro.

* Più 7%, invece, per TISCALI: “i fondi ormai evitano il titolo per non farsi cogliere alla sprovvista da situazioni critiche”, nota la trader. “Semplice rimbalzo”; taglia corto un altro.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below