5 marzo 2009 / 14:13 / tra 9 anni

Zona euro, staff Bce riduce stime Pil 2009 a -3,2/-2,2%

FRANCOFORTE (Reuters) - Lo staff della Bce si aspetta per la zona euro una crescita del Pil negativa nel 2009 compresa fra -3,2% e -2,2%, mentre le stime relative al 2010 sono in uno spettro compreso fra -0,7% e +0,7%.

Le proiezioni sono state riviste al ribasso rispetto alle stime precedenti che risalgono allo scorso settembre, quando l‘istituto centrale vedeva il Pil del 2009 fra -1,0% e zero e quello del 2010 fra +0,5% e +1,5%.

“Nel corso del 2010 l‘economia dovrebbe gradualmente riprendersi” ha detto Trichet in conferenza stampa, dopo che la Bce ha deciso di tagliare i tassi di riferimento di 50 punti base a 1,5%.

Anche per l‘inflazione le stime sono state ridotte, con una proiezione di 0,1/0,7% per il 2009 da 1,1/1,7% delle previsioni di dicembre, e di 0,6/1,4% per il 2010 da 1,5/2,1%.

“I tassi d‘inflazione annua sono visti in ulteriore declino nei prossimi mesi, possibilmente raggiungendo temporaneamente livelli negativi verso metà anno. Dopo l‘inflazione è vista risalire di nuovo” ha detto Trichet.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below