4 marzo 2009 / 10:59 / 9 anni fa

Tirrenia, tribunale Ue annulla decisione Commissione su aiuti

ROMA (Reuters) - Il Tribunale di primo grado delle Comunità europee (Tpg) ha annullato una decisione della Commissione Ue sugli aiuti di Stato alle società del gruppo Tirrenia - Adriatica, Caremar, Siremar, Saremar e Toremar - rende noto un comunicato.

Tirrenia aveva impugnato nel 2004 la decisione della Commissione e aveva chiesto di annullarla parzialmente nella parte in cui considera come aiuti le sovvenzioni per obblighi di servizio pubblico (OSP), corrisposte ad Adriatica, nonché qualifica le stesse misure come aiuti nuovi e ne obbliga il recupero.

Con la sua sentenza di oggi il TPG annulla la decisione, nella parte in cui qualifica le sovvenzioni come aiuti nuovi.

“La decisione è viziata da insufficienza di motivazione, tale da impedire al Tpg il controllo di legittimità: la Commissione ha omesso di soffermarsi sulla data effettiva di istituzione delle misure, quando l‘Italia ha sostenuto invece che gli aiuti avevano origine in una normativa nazionale specifica entrata in vigore nel 1936, ovvero prima dell‘entrata in vigore del Trattato Cee”, spiega la nota.

Nel 1999, la Commissione, avendo ricevuto numerose denunce secondo cui l‘Italia aveva concesso aiuti di stato nel settore dei trasporti senza previa notifica, aveva avviato un procedimento d‘indagine. Una prima decisione del 2001 aveva considerato aiuti concessi alla Tirrenia come aiuti nuovi, compatibili con il mercato comune a determinate condizioni.

Anche la decisione del 2005 relativa alle compagnie marittime del gruppo considerava gli aiuti concessi a queste ultime come aiuti nuovi, compatibili con il mercato comune, purché fossero rispettati taluni requisiti e fossero accettati determinati impegni assunti dalle autorità italiane.

La «sovvenzione di equilibrio» annua, concessa dallo Stato nel 1991, che aveva quale contropartita «obblighi di servizio pubblico» («OSP») relativi alla prestazione di determinati servizi di trasporto marittimo da parte delle ricorrenti era compatibile.

Al contrario, la Commissione ha dichiarato incompatibili con il mercato comune gli aiuti erogati alla Adriatica per il periodo gennaio 1992-luglio 1994 e relativi al collegamento Brindisi/Corfù/Igoumenitsa/Patrasso, ed ha ordinato all‘Italia di recuperarli dalla Adriatica.

La Commissione ha esaminato se le sovvenzioni corrisposte a fronte degli OSP siano aiuti di Stato ed ha valutato se fossero soddisfatte le quattro condizioni cumulative poste dalla sentenza C 280/00, Altmark Trans, affinché una compensazione che rappresenta la contropartita delle prestazioni effettuate da un‘impresa per assolvere OSP possa sottrarsi alla qualifica di aiuto di Stato.

Contro una decisione del Tpg, entro due mesi a decorrere dalla data della sua notifica, può essere proposta un‘impugnazione, limitata alle questioni di diritto, dinanzi alla Corte di giustizia delle Comunità europee.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below