2 marzo 2009 / 10:33 / tra 9 anni

Borsa Milano, S&P Mib chiude in calo di oltre 6%, minimo storico

MILANO (Reuters) - Piazza Affari non trova appigli e nel pomeriggio estende le perdite, affossata da vendite su bancari ed utilities e per nulla incoraggiata dall‘andamento di Wall Street.

<p>Trader al lavoro. REUTERS/Pictures</p>

Mentre Dow Jones e Nasdaq cedono rispettivamente il 2,3% e il 2%, l‘indice S&P/Mib chiude in calo del 6% al minimo storico di 14,362 punti, con il Mibtel a -5,7% e l‘indice AllStar a -2,8%.

I volumi, molto sottili, superano appena l‘1,4 miliardi di euro. Lettera anche sull‘indice paneuropeo Stoxx 600, -4,8.%.

“Pesano, ancora una volta, i timori per il settore bancario, sulla scia della ricapitalizzazione di Hsbc e della bocciatura del piano di aiuti per l‘Europa dell‘Est”, dice laconico un operatore.

“Non ci sono bussole, i movimenti dei titoli sono al di là di ogni ragionevole criterio”, fa eco un altro - pur sottolineando che i volumi sono stati “quasi ferragostani”.

Un terzo broker sottolinea come sui titoli non finanziari oggi dominino ricoperture “che niente hanno a che fare coi fondamentali”.

* Per tutta la giornata si è distinta, brillante in controtrend, FIAT, in attesa del dato italiano sulle immatricolazioni che verrà reso noto dopo la chiusura di Piazza Affari. Il titolo chiude però sotto i massimi di seduta, con un rialzo dell‘1,6% circa, a 3,62 euro.

Il dato sulle immatricolazioni in Francia mostra che “le vendite Fiat non sono scese rispetto all‘anno scorso e la società ha fatto meglio di molte altre”, sostiene un operatore.

“Pare che gli ordini (di vetture in Italia, nel mese di febbraio) riflettano il benefico effetto-incentivi alla rottamazione”, fa eco invece un‘operatrice citando alcune osservazioni del Centro Studi Promotor, rese note oggi a fine mattina. Il Csp, alle 18, dettaglierà i risultati della propria tradizionale indagine.

* In un settore bancario europeo che cede il 10%, a Milano UNICREDIT - tra i gruppi bancari maggiormente presenti nei mercati dell‘Europa dell‘Est - chiude in calo del 7,7%.

Secondo Cassa Lombarda i ricavi trimestrali core della banca potrebbero segnare un “sostanziale calo”. Il broker, che ha ridotto il target price a 1,15 euro confermando “hold”, prevede inoltre che non verranno distribuiti dividendi nel 2009 e 2010.

Scendono, fedeli al comparto, anche INTESA SANPAOLO, UBI e BANCO POPOLARE.

* Male, come in tutta Europa, anche le utility, tra cui ENEL penalizzata dall‘ipotesi di un aumento di capitale che - come si è saputo venerdì - è tra le ipotesi allo studio.

Tra le altre, a Milano A2A perde il 7%. Per il titolo un trader cita il ritorno di voci su un ricambio al vertice con le dimissioni del presidente del consiglio di sorveglianza Renzo Capra. “La governance di questa società continua ad essere un problema”, commenta.

Concorda un altro: “l‘incertezza che grava sull‘aggregazione e sulla governance della società si fa sentire anche in borsa”.

* In forte calo ACEA, anche se la società ha smentito seccamente le voci di imminenti dimissioni per l‘AD Andrea Mangoni.

* Pesante LOTTOMATICA dopo che Goldman Sachs, BUY sul titolo, ha tagliato il target price del 10%, portandolo a 20,3 euro.

* Tra i pochi titoli positivi brilla invece EUROTECH, che ha guadagnato il 10% circa con buoni volumi dopo aver annunciato - venerdì - i numeri del 2008. “E’ una società da tenere d‘occhio, sta reggendo bene alla crisi”, dice un operatore.

* Male, per contro, SAFILO, che ha chiuso con un ribasso dell‘11% circa. Un broker italiano cita “tensioni sul debito”, non esclude possibili ricapitalizzazioni future e aggiunge che “anche l‘andamento del core business non pare brillante”.

* SEAT perde il 7% mentre sul fronte opposto tiene MONDADORI, +1%.

* Al debutto sono in rialzo le ordinarie EXOR, holding nata dalla fusione per incorporazione di Ifil in Ifi (+8%): riducono per contro i cali le risparmio (-7%)

e le privilegio (-0,4%).

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below