24 febbraio 2009 / 07:50 / 9 anni fa

Borse Asia Pacifico, indici in forte calo su scia WS, giù banche

<p>Immagine d'archivio. REUTERS/Stringer (CHINA). CHINA OUT. NO COMMERCIAL OR EDITORIAL SALES IN CHINA.</p>

MILANO (Reuters) - Le borse asiatiche risentono 
pesantemente dell'accoglienza negativa riservata dal mercato 
americano al piano del governo sull'acquisizione di una quota 
del colosso bancario Citigroup.
"Il problema non riguarda soltanto una banca in un unico 
paese", commenta Hwang Chang-joong, analista di Woori investment 
& securities a Seul. "Gli investitori stanno perdendo la fiducia 
vedendo il modo in cui i listini americani e europei stanno 
continuando a scendere".
Tra le singole borse maglia nera a SHANGHAI, seguita da HONG 
KONG e SEUL, mentre resistono meglio SYDNEY e la borsa INDIANA.
Particolarmente colpiti dalle vendite i finanziari, sulla 
nuova incertezza nel futuro che non risparmia neanche American 
International Group che, dopo due salvataggi 
governativi, è in trattative per ottenere nuovi aiuti.
Intorno alle 8,35 l'indice regionale MSCI che esclude il 
Giappone cede oltre il 2%, mentre a Tokyo il 
Nikkei ha chiuso in calo di quasi l'1,5%, ai minimi di 4 
mesi.
Dopo aver trascinato ieri la borsa al rialzo, sono proprio 
le banche ad affondare oggi i listini a SHANGHAI, con 
China Construction Bank che cede il 4% e China Life 
Insurance il 4,3%. Resta inoltre l'incertezza sulla 
veridicità delle indiscrezioni stampa sul possibile acquisto 
della Shenzhen Development Bank - ieri in rialzo di 
oltre il 10% - da parte della China Development Bank.
Non è migliore la situazione a HONG KONG, scesa ai 
minimi di un mese sulla nuova ondata di paura scatenata 
dall'instabilità del sistema finanziario globale e dal calo dei 
prezzi delle commodities, con il leader asiatico del petrolio 
PetroChina in calo del 4,7% e Real Gold Mining a -13% all'indomani del suo debutto sul mercato.
I finanziari restano protagonisti anche a SEUL dove 
le crescenti paure per le notizie americane e per il forte calo 
della valuta locale contro il dollaro oscurano persino i timori 
sulla preparazione del lancio di un satellite, visto come una 
possibile preludio al lancio di missili, della vicina Corea del 
Nord.
E' invece il parere negativo sul mercato dei pc dato da 
Morgan Stanley a inquietare a TAIWAN i titoli delle 
società di computer tra cui Acer e Asustek.
Più contenute le perdite di INDIA e SYDNEY, 
con gli indici in calo intorno all'1% sulla scia di Wall Street 
in attesa di conoscere i prossimi sviluppi dell'economia 
globale.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below