21 febbraio 2009 / 11:23 / 9 anni fa

Banche, Draghi: incroci azionari in Italia inferiori a Europa

MILANO (Reuters) - I rilievi mossi dall‘Antitrust alle banche italiane meritano attenzione. Ma sia per i legami partecipativi fra le principali banche che per la concentrazione della proprietà è opportuno segnalare che i legami partecipativi fra banche sono meno intensi in Italia che in Europa.

Così il governatore della banca d‘Italia, Mario Draghi, commenta nel suo discorso al congresso Aiaf, Assiom, Atic Forex gli appunti mossi dall‘autorità garante per la concorrenza ad alcuni aspetti strutturali del sistema bancario: concentrazione della proprietà, legami partecipativi fra intermediari, presenza di amministratori in comune fra più aziende.

“La concentrazione della proprietà .. è per le banche meno pronunciata che per le società di altri settori”, osserva poi Draghi. Inoltre “l‘intensità dei legami partecipativi tra le principali banche appare inferiore a quella che caratterizza altri paesi dell‘Europa continentale”, aggiunge il governatore.

Infine, per quel che riguarda il fenomeno degli amministratori presenti in più aziende “spetta in primo luogo al parlamento valutare se e quali misure adottare”.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below