20 febbraio 2009 / 18:20 / tra 9 anni

Borsa Usa su minimi seduta su timori nazionalizzazione banche

NEW YORK (Reuters) - Gli indici di Wall Street proseguono deboli, con i titoli delle banche che languono sui minimi di seduta, zavorrati dai timori di nazionalizzazione.

<p>La borsa americana. REUTERS/Brendan McDermid</p>

Il senatore Christopher Dodd, intervistato da Bloomberg, ha detto che l‘amministrazione Obama sta cercando di evitare la nazionalizzazione degli istituti di credito, aggiungendo che si tratta di una strada sempre possibile.

I commenti di Dodd hanno spinto sui minimi di seduta Bank of America, che cade di oltre il 22%, e Citigroup, in calo di quasi il 25%.

Nullo l‘impatto dei comunicati di Citi e BofA, che hanno detto di non considerare plausibile l‘ipotesi di nazionalizzazione.

A picco anche le case automobilistiche, nella giornata in cui la Casa Bianca e il Tesoro hanno tenuto il primo meeting per valutare i piani di ristrutturazione di General Motors, che lascia sul terreno il 15% circa, e Chrysler. Ford Motor scende di oltre il 7%.

Fra gli altri titoli in evidenza, Lowe’s Companies perde oltre il 6% dopo aver diffuso i risultati del quarto trimestre.

Il colosso assicurativo Aig arretra del 15%: secondo quanto riferito da alcune fonti, Carlyle e una cordata formata da Greenbriar Equity Group e Onex Corp hanno presentato offerte per la divisione della compagnia attiva nel leasing aeronautico.

Attorno alle 19 italiane, il Dow Jones perde il 2,5%, lo S&P 500 il 2,72% e il Nasdaq l‘1,39%.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below