20 febbraio 2009 / 11:09 / tra 9 anni

Pirelli, possibile futuro interesse per Continental

MILANO (Reuters) - Pirelli potrebbe prendere in esame il dossier Continental se gli sarà sottoposto e se si trattasse di un‘operazione amichevole ad un giusto prezzo.

<p>Il presidente di Pirelli, Marco Tronchetti Provera. REUTERS/Tony Gentile</p>

Lo ho detto il presidente di Pirelli, Marco Tronchetti Provera, in una video intervista al Financial Times riportata sullo stesso quotidiano.

“E’ troppo presto per dirlo. Tuttavia, se il prezzo fosse giusto e ci venisse chiesto di far parte di un‘operazione, potrebbe essere interessante analizzarla, ma solo se si trattasse di un‘operazione amichevole”, ha risposto Tronchetti in merito ad un eventuale interesse per alcuni asset del gruppo tedesco dei pneumatici.

Per Tronchetti, al momento Continental ha “una serie di priorità da risolvere”, prima che possa accadere qualsiasi cosa che riguardi concorrenti e l‘analisi di opportunità.

L‘11 febbraio, in occasione della presentazione del piano industriale del gruppo, Tronchetti ha detto che Pirelli punta a una crescita stand alone e che al momento “non c’è un tema Continental”.

“Continental sta seguendo un suo percorso complesso, noi seguiamo il nostro modello di business”, ha dichiarato in quella occasione.

Il titolo Pirelli intorno alle 11,40 italiane cede il 2,4% a 0,1937 euro, sostanzialmente in linea con l‘andamento generale del mercato. I volumi sono pari a circa un terzo della media di un‘intera seduta.

Secondo gli analisti, pesano i timori che il gruppo debba addossarsi nuovo debito o ricorrere a un aumento di capitale.

Un analista sottolinea che l‘acquisizione delle attività di pneumatici per mezzi pesanti potrebbe avere un senso strategico, mentre il business di pneumatici per veicoli commerciali leggeri e passeggeri sarebbe di minor interesse per Pirelli.

Un altro analista dice di aver valutato l‘anno scorso il business pneumatici per camion oltre 1 miliardo di euro.

Per finanziare un‘operazione, Pirelli dovrebbe indebitarsi ulteriormente dal momento che si è già impegnata a partecipare per la quota di sua competenza all‘aumento di capitale da 400 milioni della controllata Pirelli Real Estate e ha anche dato disponibilità a coprire l‘eventuale inoptato.

A fine dicembre il gruppo Pirelli aveva un debito netto di 1,028 miliardi di euro mentre, a livello corporate, la posizione finanziaria netta era attiva per 536 milioni.

“Non hanno fondi per una grossa acquisizione”, sottolinea uno degli analisti, aggiungendo che l‘alternativa sarebbe quella di fare un aumento di capitale.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below