17 febbraio 2009 / 12:42 / tra 9 anni

Finmeccanica fiduciosa su conferma contratto Marina Usa

ROMA (Reuters) - Finmeccanica ha fiducia che il contratto per i 23 elicotteri alla Us Navy verrà confermato malgrado la lievitazione di costi abbia reso necessaria una nuova autorizzazione del Pentagono.

<p>Robert Stevens, AD di Lockheed Martin, che in joint venture con Finmeccanica ha vinto il contratto per 23 elicotteri alla Marina Usa. REUTERS/Molly Riley</p>

Lo ha detto Giorgio Zappa, direttore generale dell‘azienda italiana che ha vinto la gara con la Marina americana in joint venture con Lockheed Martin, a margine di una manifestazione, come confermato da una portavoce.

“Siamo fiduciosi che il contratto col Pentagono per l‘elicottero presidenziale Us 101 sarà confermato”, ha detto Zappa.

Il manager dell‘azienda iatliana ha aggiunto che “per legge un programma che supera del 25% i costi iniziali è normale che vada a una revisione” che “avverrà entro giugno”.

Zappa ha anche spiegato che non si tratta di “extra costi”.

“La differenza deriva per la quasi totalità da una revisione dei requisiti, in particolare quelli della sicurezza. Un primo audit del Pentagono c’è già stato e lo stesso Pentagono ha confermato che il nostro è l‘unico prodotto possibile”, ha detto ancora il manager.

LA CONFERENCE CALL DI LOCKHEED E AGUSTAWESTLAND NORTHAM

Nel pomeriggio Lockheed e AgustaWestland North America hanno tenuto una conference call congiunta con alcuni giornalisti nel corso della quale hanno cercato di rassicurare sul fatto che quanto sta avvenendo è “una normale procedura da parte del governo americano”, ma non hanno risposto a domande specifiche sulle prospettive del contratto.

Alla domanda se siano fiduciosi su una positiva soluzione della vicenza in pratica non è stato risposto così pure a domande se le vicissitudini del contratto faranno rivedere i target per prossimi anni. I manager hanno confermato che l‘elicottero proposto alla Us Navy “è la nostra soluzione a tutte le richieste” che sono state fatte. E’ stato anche ricordato come la gara vinta dall‘E101 in America “è stata la gara più competitiva”.

LA RUSSA E FRATTINI FIDUCIOSI

Il ministro degli Esteri Franco Frattini e quello della Difesa Ignazio La Russa, che hanno visto entrambi oggi il presidente il presidente della Camera statunitense Nancy Pelosi, in visita in Italia, si sono detti fiducisoi in una soluzione positiva della vicenda.

“E’ un aggravio di costi notevoli, ma noi contiamo sul fatto che la fase finale di valutazione sia postiva e che le forniture comincino, magari con una gradualità nella attuazione. Una cosa è che si fornisca in una sola fornitura un‘altra è dire che gradualmente saranno effettuate, ma sono fiducioso che il contratto si possa confermare”, ha detto Frattini.

“Per noi si tratta di un contratto definito”, ha detto invece La Russa.

Il titolo di Finmeccanica è stato messo questa mattina in asta volatilità, dopo aver registrato un calo teorico del 7%.

Il 29 gennaio scorso la Marina americana ha annunciato che i costi per l‘elicottero VH-71 sono lievitati di almeno il 50% oltre il budget, rendendo necessaria - in base a quanto stabilito dalla legge Nunn-McCurdy - una nuova ricertificazione da parte del Pentagono del programma per ragioni di sicurezza nazionale.

La norma in questione infatti prevede la cancellazione di programmi di armamento se il loro costo unitario supera certi livelli.

“I principali fattori di maggior costo e di calendario sono dovuti agli aggiornamenti tecnici obbligatori dei componenti ed al tempo necessario per disegno, prove e qualificazione per portare in porto il progetto”, aveva scritto la Marina americana in una nota del gennaio scorso.

AgustaWestland e Lockheed Martin sono anche in gara per l‘aggiudicazione di un appalto dell‘Air Force del valore di circa 15 miliardi di dollari, gara alla quale partecipano con una variante dell‘Eh 101 che vinse nel 2005 la gara per l‘elicottero presidenziale e della Us Navy.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below