16 febbraio 2009 / 08:56 / 9 anni fa

Borsa Milano in calo con finanziari e Telecom, bene energia

MILANO (Reuters) - Piazza Affari archivia in calo una seduta caratterizzata da volumi modesti, conseguenza della chiusura per festività di Wall Street.

<p>Una coppia di passanti davanti a uno schermo con le quotazioni della borsa di Milano. REUTERS/Stefano Rellandini (ITALY)</p>

Milano ha fatto peggio delle altre borse europee a causa dell‘andamento delle banche, il cui peso specifico nel paniere principale, fanno notare gli operatori, è superiore rispetto agli altri listini.

In chiusura, l‘indice S&P/Mib ha perso l‘1,81%, il Mibtel l‘1,05% e l‘AllStars lo 0,5%. Volumi per un controvalore di circa 1,2 miliardi di euro.

* Banche protagoniste della giornata. UNICREDIT ha lasciato sul terreno l‘8,4%, con scambi per oltre 164 milioni di pezzi, a causa dei timori sull‘andamento delle economie dell‘Europa orientale. INTESA SANPAOLO, altro istituto esposto ai mercati emergenti del Vecchio Continente, ha perso il 3,4%. Le banche guidate da Alessandro Profumo e Corrado Passera sono state oggetto di una riduzione dei target da parte di Ing. Male anche UBI: -5,79%.

* Discorso a parte per BANCO POPOLARE, in calo del 2,64%: il mercato crede all‘ipotesi, rilanciata nel week-end dalla stampa, di delisting di BANCA ITALEASE (+0,9%).

* Rialzo del 6,97% per SEAT PAGINE GIALLE, che ha beneficiato sia di un rimbalzo, dopo i tracolli della scorsa settimana, sia della promozione a “buy” varata da Goldman Sachs.

* Rimbalzo, dopo la flessione che ha seguito l‘acquisizione di Italgas e Stogit, per SNAM RETE GAS: +2,03%. Santander ha tagliato rating e target price dell‘utility.

* La controllante di Snam, ENI, ha messo a segno un rialzo dell‘1,1%, beneficiando della promozione a “outperform” da parte di Credit Suisse.

* Restando al comparto energetico (petroliferi e utilities), ENEL ha guadagnato lo 0,4%, SAIPEM l‘1,16%, TENARIS lo 0,89% e TERNA lo 0,3%, mentre A2A è passata in positivo (+0,36%) dopo aver comunicato i risultati 2008. Fuori dal paniere principale, ACEA è salita del 2,54%, ERG del 3,35% e MAIRE TECNIMONT del 7,76%, mentre EDISON, il cui target price è stato tagliato da Dresdner a 1,5 da 1,9 euro, è arretrata del 2,26%.

* Sospese ITALCEMENTI e ITALMOBILIARE, che hanno riunito i cda per deliberare in materia di riorganizzazione delle partecipazioni del gruppo.

* LOTTOMATICA è avanzata dell‘1,8% dopo aver siglato una lettera d‘intenti con la turca Dogan per partecipare alla gara per la gestione delle lotterie in Turchia.

* In lettera gli assicurativi: lo stoxx europeo è calato del 3,26%. Nel comparto, GENERALI, colpita da una riduzione di target price da parte di Ubs, ha perso il 3,43% e FONDIARIA-SAI il 3,1%.

* TELECOM ITALIA ha lasciato sul terreno il 3,14%, nella giornata in cui l‘Antitrust ha multato Tim per 500.000 euro a causa dell‘unilaterale modifica dei piani tariffari senza adeguata informazione alla clientela.

* FIAT è peggiorata nel finale, chiudendo con una flessione del 2%, sostanzialmente in linea con lo stoxx europeo (-2,15%).

* Fra le small e mid cap, I VIAGGI DEL VENTAGLIO è crollata del 12,5% dopo che, nella notte fra venerdì e sabato scorsi, ha diffuso un comunicato per informare che il revisore dei conti, Pkf Italia, ha detto di non essere in grado di esprimere un giudizio sul bilancio al 31 ottobre scorso.

* BUONGIORNO è balzata dell‘8,07% dopo aver comunicato i risultati 2008 ed espresso moderato ottimismo su quest‘anno.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below