12 febbraio 2009 / 12:21 / tra 9 anni

Telecom, Forza Italia per scorporo rete, sonda Cdp, F2i

ROMA (Reuters) - Forza Italia propone lo scorporo della rete di Telecom Italia per la costituzione di una nuova società che investa nella larga banda nella quale coinvolgere Cassa depositi e prestiti, il fondo infrastrutture F2i e grandi aziende straniere.

<p>La scritta Telecom Italia sul vetro di una cabina a Roma. REUTERS/Chris Helgren (ITALY)</p>

Lo ha detto Pierluigi Borghini, coordinatore nazionale attitività produttive di Forza Italia.

“Proponiamo a chi oggi ha la rete, non un esproprio ma dobbiamo pensare al futuro e proponiamo lo scorporo della rete che consenta alla società che emerge da questo scorporo di accedere al mercato con Cdp e F2i investitori potenziali. Ho avuto disponibilità di grandi imprese manifatturiere come Siemens-Nokia, Ericsson, Zte, e Alcatel a impiegare un miliardo di euro ciascuno in questo progetto”, ha detto Borghini nel corso di un convegno di Fi sulle infrastrutture.

Nella sintesi scritta della relazione, Borghini non cita Alcatel e spiega che la proposta prevede, dopo lo scorporo della rete Telecom, l‘acquisizione dell‘asset da parte di una nuova società costituita con un aumento di capitale da 10 miliardi di euro.

Forza Italia stima in 11 miliardi e mezzo la cifra necessaria per l‘operazione.

Secondo la proposta, Telecom avrà ancora la maggioranza ma sarà affiancata fino al 40% da nuovi azionisti.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below