28 gennaio 2009 / 15:46 / 9 anni fa

Auto, si lavora a pacchetto ma ancora incerte le cifre

ROMA (Reuters) - I sindacati si recheranno al tavolo di oggi pomeriggio con il governo sugli aiuti al settore auto con scarse attese circa sapere l‘entità del possibile impegno finanziario.

<p>Logo Fiat. REUTERS/Jose Manuel Ribeiro</p>

Mentre in Francia, Usa, Germania e Gran Bretagna a sostegno del settore sono stati stanziati diversi miliardi di euro, in Italia si parla al momento di non più di 400 milioni per eco incentivi e proroga della rottamazione.

Anche da fonti governative emerge che c’è ancora incertezza sulle misure che saranno adottate e che difficilmente già questa sera emergeranno scelte definitive.

SCARSE ATTESE DA ARTE DEI SINDACATI

”I sindacati di categoria non si aspettano granché. Allo stato dell‘arte siamo sui 300-400 milioni, ma non si può escludere che il governo, stasera, in sede ufficiale possa

annunciare qualche novità”, ha detto a Reuters un sindacalista che sta seguendo l‘argomento.

Un‘altra fonte sindacale ha aggiunto che se la cifra fosse quella intorno ai 300 milioni “sarebbe insufficiente, se non si arriva nemmeno a un terzo di quanto stanziato dagli altri non si risolve nulla”.

I sindacati dei metalmeccanici Fim-Fiom-Uilm si aspettano che il governo vari un piano orientato alla tutela dei lavoratori del settore e chiedono, fra l‘altro, la proroga della cig ordinaria per altri sei mesi, ammortizzatori sociali che aumentino la copertura economica della cig e l‘impegno delle aziende a non licenziare oggi e a riprendere, quando la crisi sarà superata, i contratti a termine scaduti che ad oggi ammontano a 5.000.

SCELTE E CIFRE SOLO I PROSSIMI GIORNI, DOPO ESAME RISORSE

Si ridimensiona così l‘ipotesi di interventi per 1,2 miliardi, come scritto questa mattina in un articolo del Corriere della sera. Questo infatti, a riguardo, è il commento di una fonte governativa: “Il miliardo e 200 milioni del quale parla il Corriere è la somma massima delle varie misure allo studio, ma è difficile raggiungerla perché i soldi non sono molti. Il mix, e la relativa cifra finale disponibile, sarà deciso dal governo nei prossimi giorni, quando si avrà un dettaglio più preciso dei conti. E’ difficile che ci sia qualcosa di certo e definito già questa sera”.

Anche il ministro per le Politiche comunitarie, Andrea Ronchi, dopo un pre incontro ministeriale a palazzo Chigi ha dichiarato: “Abbiamo discusso ampiamente: stasera ascolteremo le richiesta dei protagonisti del settore auto in vista di un pacchetto di aiuti complessivo non solo sull‘auto, ma in genere per rilanciare i consumi”.

Alla riunione di questa sera prenderanno parte i ministri competenti sulla materia - coordinati dal sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Gianni Letta - i sindacati, la Confindustria e le associazioni di settore. Sarà assente il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi.

LE PREOCCUPAZIONI DELLA FIAT

L‘amministratore delegato di Fiat Sergio Marchionne, che ieri è stato ricevuto per poco meno di un‘ora nella sede del governo dal sottosegretario Gianni Letta e dai ministri economici, ha detto che senza l‘intervento del Governo, esiste il rischio che 60.000 lavoratori del settore auto perdano il posto di lavoro.

Oggi Londra ha annunciato che garantirà fino a 2,3 miliardi di sterline di prestiti all‘industria dell‘automobile per aiutarla a fronteggiare il calo della domanda dovuto al credit crunch.

Il governo francese dovrebbe annunciare nei prossimi giorni interventi fino a 6 miliardi di euro ma a patto che i produttori forniscano garanzie sui posti di lavoro. La Germania ha illustrato il 13 gennaio un pacchetto di aiuti da 1,5 miliardi che comprende incentivi per 2.500 euro all‘acquisto di nuove vetture.

Washington ha messo a disposizione 17,4 miliardi di dollari di linee di finanziamento per i produttori di auto di Detroit.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below