9 gennaio 2009 / 08:34 / tra 9 anni

Borsa Milano debole, in controtendenza B.Popolare e Fiat

MILANO (Reuters) - Piazza Affari resta in netto calo e attende con apprensione i dati dato sul mercato del lavoro Usa del primo pomeriggio.

<p>Un operatore al lavoro REUTERS/Kai Pfaffenbach</p>

Più resistenti le altre borse europee specularmente, sottolineano in trader, alla maggiore debolezza registrata nei giorni scorsi.

Alle 12,50 l‘indice S&P/Mib cede l‘1,63% e il Mibtel l‘1,19%, mentre l‘AllStars sale dello 0,36%. Volumi per circa 690 milioni di euro.

I futures sugli indici Usa sono negativi.

* Deboli le banche, in calo dello 0,4% in Europa, con UNICREDIT in flessione del 4% circa e INTESA SANPAOLO del 2%. “La nazionalizzazione inattesa di Commerzbank ha riportato molto malumore sui titoli finanziari”, dice un trader. Fa eccezione BANCO POPOLARE, “la più penalizzata sul finire del 2008 e ora acquistata sulle attese di nuove mosse da parte del nuovo vertice”, sostiene l‘operatore.

* Forti vendite su GENERALI, appesantita dalla debolezza di Commerzbank, di cui possiede ancora circa il 6%, e da alcuni studi che riducono stime e target price.

* In linea con il settore europeo, positivo, FONDIARIA SAI.

* Resta tonica FIAT, spinta dall‘upgrade a “buy” di Merrill Lynch che ha confermato un lusinghiero target a 8 euro.

* In calo ENI dell‘1%, in linea con il settore oil europeo, debole ENEL.

* Tra i titoli a minore capitalizzazione vivace il comparto immobiliare con IPI, BRIOSCHI, RISANAMENTO, AEDES.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below