6 gennaio 2009 / 12:06 / 9 anni fa

Greggio Brent avanza di 1 dollaro oltre i 50 dollari/barile

LONDRA (Reuters) - Il greggio avanza negli scambi della giornata, mantre aumentno le tensioni tra Israele e Hamas nella striscia di Gaza. A sostenere il prezzo anche la disputa tra Ucraina e Russia sul gas naturale, che fa riaccendere timori di una possibile interruzione delle forniture.

<p>Una raffineria in una foto d'archivio. REUTERS/Oleg Popov</p>

“I prezzi di gas e petrolio continuano ad essere sostenuti da fattori politici, siano essi collegati al gas o a Gaza”, ha osservato il broker di MF Robert Laughlin.

Nel frattempo, i paesi membri dell‘Opec hanno annunciato tagli alla produzione di greggio da questo mese in avanti.

La società di stato Kuwait Petroleum Company ha notificato almeno a sei vettori asiatici che taglierà del 5% le allocazioni di greggio a breve, a partire dal 22 gennaio, hanno detto alcune fonti Reuters a condizione di rimanere anonime.

L‘Iran taglierà le forniture di greggio almeno a 2 dei suoi clienti asiatici del 14% nel corso di questo mese, hanno detto fonti vicine alle società di trasporto, il segnale più forte che il paese n. 2 dell‘Opec sta tagliando la produzione.

Intorno alle 12,15 la scadenza a febbraio sull‘ICE Brent avanza di 1,28 dollari a 50,88 dlr/barile.

Alla stessa ora l‘analoga scadenza sul Nymex guadagna 1,22 dollari a 50,84 dollari al barile.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below